Pedalare per amore dei libri: a giugno parte l’avventura di Cyclo-biblio

Bibliotecari e amanti dei libri in bici per cinque giorni dalla Svizzera fino in Francia. Obiettivo: divulgare il ruolo fondamentale delle biblioteche pubbliche in Europa.

La passione per i libri e quella per la bicicletta si fondono con Cyclo-biblio, una pedalata lunga cinque giorni in nome delle biblioteche. Dopo il successo della quarta edizione di Cycling for libraries (questo il nome internazionale dell’evento da cui trae ispirazione l’edizione francofona) tra Montpellier e Lione nell’agosto 2014, l’associazione francese Cyclo-biblio ha deciso di replicare con l’edizione 2015. Più di cinquanta tra bibliotecari e amanti delle biblioteche parteciperanno a questo giro speciale di 220 chilometri, che parte da Basilea il sei di giugno per arrivare a Strasburgo il dieci. La città francese, meta di arrivo di questa edizione di Cyclo-biblio, ospiterà dall’undici al tredici giugno il congresso dell’Associazione dei Bibliotecari di Francia.

 

Cyclobiblio1024

 

L’evento e l’associazione nascono per dare sostegno al progetto internazionale Cycling for libraries, il quale promuove le biblioteche e cerca di far conoscere meglio i servizi e le risorse che propongono.

Con Cyclo-biblio 2015 si visiteranno dieci tra piccole e grandi biblioteche universitarie, municipali, interculturali e  mediateche, incontrando i bibliotecari e gli eletti locali, un modo per discutere di vari temi tra una pedalata e l’altra.

 

Gli organizzatori e i partecipanti rivendicano sul sito dell’evento “il ruolo cruciale delle biblioteche per la società e per l’educazione scientifica e intellettuale in generale. Cycling for libraries supporta anche i valori ambientali e uno stile di vita ecologico”.

 

L’iniziativa è stata organizzata avvantaggiandosi dei nuovi strumenti di comunicazione come i social media, come tengono a precisare da Cyclo-biblio: “Il web ha un ruolo chiave nell’organizzare e comunicare a tutto il mondo l’evento a tutti coloro interessati a mantenere le biblioteche vitali e funzionali”.

 

Cycling for libraries rilasciò una dichiarazione al Parlamento Europeo a giugno 2013, ribadendo il ruolo delle biblioteche pubbliche per garantire servizi di inclusione all’accesso digitale e per promuovere tutte quelle competenze utili a favorire l’occupazione e l’impresa. Un modo per sottolineare il ruolo cruciale che le biblioteche hanno sul territorio nel permettere crescita e prosperità in tutta Europa.

 

Articoli correlati