Nasce Elbnb, il portale per guadagnare ricaricando l’auto elettrica altrui

Debutta in Svezia la piattaforma Elbnb che mette in contatto i viaggiatori a bordo d’auto elettriche con i cittadini disposti a condividere, a pagamento, la presa di ricarica domestica.

Negli ultimi anni ha ottenuto un notevole successo il portale Airbnb, piattaforma online che mette in contatto turisti e viaggiatori alla ricerca di un alloggio o di una camera per brevi periodi con persone che dispongono di uno spazio extra da affittare. Memori di tanto gradimento, in Svezia hanno imitato il format declinandolo in configurazione “green”, vale a dire dedicandolo alle prese elettriche per ricaricare le vetture a batteria. È nato così Elbnb, ultima frontiera della sharing economy che promette di rendere più facile sfruttare un’auto a ridotte emissioni e accedere alla rete di ricarica.

 

Elbnb-005
Il portale Elbnb favorisce la condivisione delle prese di ricarica per le auto elettriche

Un’iniziativa promossa da Renault

Affittare la presa elettrica di casa per un’ora, una notte o un giorno in Svezia è possibile grazie alla piattaforma elbnb.se, promossa dalla casa costruttrice Renault per mettere in contatto gli automobilisti alla ricerca di un punto di ricarica per il proprio veicolo a batteria e i privati disponibili a condividere la postazione domestica. I viaggiatori possono accedere all’applicazione da smartphone e consultare la mappa dei cittadini aderenti all’iniziativa, conoscendo in tempo reale l’ubicazione, la capacità e i costi delle stazioni di “rifornimento” più vicine. Orari e tariffe sono definiti dai residenti. Allo stato attuale, nelle aree urbane di Stoccolma e Göteborg, pertanto nella parte meridionale del Paese, si contano già più di 1.200 postazioni aperte a tutti.

 

Elbnb-001
Il logo Elbnb può essere applicato alla porta di casa per segnalare la disponibilità di una presa di ricarica

La Svezia crede nella sharing economy

La Svezia è tradizionalmente sensibile alla mobilità alternativa, tanto da aver sperimentato la prima autostrada elettrica al mondo, essere pioniere della trasformazione dei camion in mezzi da trasporto a ridotte emissioni simili ai filobus e occupare il terzo gradino del podio europeo per immatricolazioni d’auto a basso impatto ambientale. Una Nazione all’avanguardia nella sharing economy, dato che il popolo scandinavo appare particolarmente propenso a superare il tradizionale concetto di proprietà in favore della condivisione a pagamento dei servizi, ottimizzando così le risorse e consentendo a chiunque di accedere a prestazioni altrimenti di difficile fruizione.

 

Elbnb-003
In Svezia sono già state mappate 1.200 postazioni di ricarica a domicilio

Elbnb favorisce la diffusione dell’auto elettrica

Elbnb si rivolge a tutti i veicoli elettrici, non necessariamente a marchio Renault, e mira a incentivare il rinnovamento del parco circolante mediante l’abbandono delle vetture tradizionali, vale a dire a combustione interna, in favore dei nuovi modelli a ridotte emissioni. Un proposito che rientra nel più complesso obiettivo di avere sulle strade svedesi, entro il 2030, esclusivamente auto a batteria, superando l’ostacolo attualmente più ostico alla diffusione della mobilità elettrica, vale a dire l’assenza di una capillare rete di ricarica.

Articoli correlati
Con Yescapa anche il camper si fa sharing

Yescapa debutta anche in Italia proponendo il camper sharing: tramite l’app in tutta sicurezza si mettono in contatto proprietari di camper e turisti che vogliono fare una vacanza in caravan.