L’auto come lo smartphone: arrivano gli optional pay-per-use

L’innovazione ha già un nome, functions on demand e, come accade da tempo per gli smartphone rende possibile “noleggiare” gli optional dell’auto a tempo. Audi per prima li renderà disponibili dall’autunno.

Che l’auto sia destinata a essere sempre più connessa e condivisa è ormai una certezza. Altrettanto certo è il progressivo passaggio da possesso a utilizzo, attraverso forme come lo sharing o il noleggio a lungo termine, entrambi casi virtuosi di economia circolare. Ma perché limitarsi all’intera auto quando si può cominciare dalle dotazioni, da quegli optional che spesso fanno aumentare vertiginosamente il prezzo dell’auto ma che poi a volte non vengono nemmeno usati?

Dall'autunno Audi renderà disponibili i primi optional pay-per-use, ossia attivabili per un minimo di 30 giorni fino all'intera vita dell'auto. Illuminazione, infotainment e assistenza alla guida le aree di dotazioni disponibili.  ©Audi
Dall’autunno Audi renderà disponibili i primi optional pay-per-use, ossia attivabili per un minimo di 30 giorni fino all’intera vita dell’auto. Illuminazione, infotainment e assistenza alla guida le aree di dotazioni disponibili. ©Audi

Leggi anche: L’auto connessa è il supereroe del futuro. Salva le vite e aiuta l’ambiente

Audi, dall’autunno l’optional si attiva come un’app

E mentre l’industria dell’auto è sempre più impegnata sul fronte elettrificazione, Audi dall’autunno proporrà alcune dotazioni di bordo con la formula “functions on demand”, letteralmente funzioni a richiesta. Di cosa si tratta? Della possibilità di attivare per sempre o solo per un periodo alcuni equipaggiamenti con la formula pay-per-use, anche dopo l’acquisto dell’auto. Esempio virtuoso di digitalizzazione, proprio come accade già sugli smartphone, anche sulle auto sarà sempre più possibile attivare funzioni aggiuntive proprio come si fa con un’app.

Fra le dotazioni attivabili a tempo sulla nuova Audi e-tron i sistemi di illuminazione a Led Matrix che possono prevedere funzioni aggiuntive come l'illuminazione degli incroci, le ludi adattive in autostrada e gli indicatori di direzione dinamici. ©Audi
Fra le dotazioni attivabili a tempo sulla nuova Audi e-tron i sistemi di illuminazione a Led Matrix che possono prevedere funzioni aggiuntive come l’illuminazione degli incroci, le luci adattive in autostrada e gli indicatori di direzione dinamici. ©Audi

Da 30 giorni all’intera vita dell’auto

Per ora si tratta solo di alcune dotazioni e, nel caso di Audi, saranno disponibili sul modello A4 e sull’elettrica Audi e-tron. Fra cosa si potrà scegliere? Sistemi di infotainment, illuminazione (legati alle funzioni sempre più evolute dei fari Led), e assistenza alla guida, ossia i sistemi Adas fra i quali il parcheggio assistito. L’optional, o meglio, la funzione specifica, saranno così disponibili per un tempo limitato, da 30 giorni a l’intera vita dell’auto, con un periodo di prova gratuito di un mese. A breve si aggiungeranno altre funzioni, come il DAB+, oltre alla possibilità di aggiornare le varie dotazioni in remoto.

Articoli correlati
Economia circolare. Così l’auto diventa più virtuosa

Fabbriche e processi produttivi sempre più efficienti, rivestimenti ricavati dalla plastica. Persino una smart island dove l’auto elettrica è parte del sistema energetico locale. L’auto nell’economia circolare secondo Renault.