Gli Autogrill italiani favoriscono l’accesso ai cani

L’iniziativa faciliterà l’ingresso degli animali domestici nelle aree di servizio di tutta la rete autostradale, migliorando le soste dei viaggiatori e dei loro amici.

Per tutti i proprietari di animali d’affezione il cartello “Io non posso entrare” è un vero e proprio spauracchio. In questo caso le opzioni sono due, cercare un esercizio più flessibile che accetti il cane o lasciare fuori l’animale e sbrigare la commissione in fretta.

 

cane felice

 

Negli Autogrill di tutta Italia, per fortuna, questo dilemma non si presenta, è infatti possibile accedere con i cani agli spazi interni delle strutture, favorendo così coloro che viaggiano con gli animali. Da oggi i viaggiatori accompagnati da cani sapranno di essere i benvenuti nei punti vendita autostradali del gruppo in Italia grazie ad una nuova apposita vetrofania.

 

L’iniziativa, lanciata dalla società Autogrill in collaborazione con la Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, rappresenta un importante passo avanti sulla linea delle precedenti intese raggiunte con l’Anci, per l’accesso nei luoghi pubblici o aperti al pubblico e sulle spiagge, e con Trenitalia, per l’accesso dei cani ai treni dell’alta velocità. L’accordo prevede inoltre la diffusione di un vademecum, indirizzato a tutti gli operatori di servizio Autogrill, contenente informazioni e buone pratiche per l’accoglienza degli animali.

 

autogrill

 

“Questo accordo rappresenta la testimonianza concreta dell’impegno di Autogrill per rendere le aree di sosta sempre più accessibili, accoglienti e funzionali, specialmente durante il periodo estivo – ha dichiarato Chiara Camerini Porzi, F&B Marketing manager di Italia Autogrill. – Per questo abbiamo voluto presentare questa iniziativa a Villoresi Est, l’area di servizio più innovativa del gruppo, che si distingue per l’accessibilità degli ambienti e i numerosi servizi offerti ai viaggiatori”.

 

Secondo i promotori del progetto l’accessibilità agli Autogrill, rivolta ai cani di tutte le taglie purché condotti al guinzaglio, è un ulteriore contributo per disincentivare la pratica dell’abbandono estivo e qualifica l’animale come effettivo membro del nucleo familiare.

 

cane in macchina

 

È un’altra piccola ma significativa conquista per gli animali e semplificherà, un po’, la vita degli oltre sette milioni di italiani che possiedono un cane e che troveranno, anziché il triste cartello con la figura del cane barrata, un amichevole “benvenuti”.

Articoli correlati