L’umanità non ha ancora fallito. Il ritorno di Greta Thunberg con un podcast

L’emergenza sanitaria ci ha insegnato come affrontare una crisi globale. L’attivista Greta Thunberg chiede ai leader di fare di più per il clima con un podcast scritto durante il lockdown.

L’attivista per il clima Greta Thunberg ha trascorso gran parte del suo lockdown dovuto alla malattia Covid-19 scrivendo lo script per un podcast dal titolo Humanity has not yet failed, l’umanità non ha ancora fallito, pubblicato in svedese e in inglese da un celebre programma radiofonico di nome Summer in onda su Swedish Radio. Lo trovate come podcast anche su Spotify.

In questo episodio da un’ora e un quarto Thunberg racconta il viaggio che dall’agosto del 2018, quando ha iniziato a scioperare da scuola per il clima davanti al parlamento svedese, a oggi l’ha portata a diventare leader – con oltre 17 milioni di follower complessivi sui social network – della lotta contro la crisi climatica. A parlare con capi di stato e di governo, con leader religiosi, come papa Francesco. A guidare una generazione di giovani che chiede azioni subito, adesso. Prima che sia troppo tardi, come ci hanno spiegato innumerevoli volte gli scienziati e i climatologi di tutto il mondo.

Thunberg, poi, afferma che l’unica cosa positiva che dobbiamo trarre dalla pandemia causata dal nuovo coronavirus è il modo in cui abbiamo trattato l’emergenza e come siamo stati in grado di cambiare per fronteggiare una crisi globale. “Questo dimostra – ha affermato Thunberg – che durante una crisi si agisce con la forza necessaria”, sostenendo che dobbiamo affrontare la crisi climatica con la stessa urgenza di quella sanitaria.

Articoli correlati