Expo 2015

Il 5 giugno si celebra la nostra (unica) casa, è la Giornata mondiale dell’ambiente

La giornata vuole promuovere la consapevolezza globale sull’importanza dell’ambiente. Le celebrazioni ufficiali quest’anno si svolgono in Italia, in occasione di Expo Milano 2015.

Il concetto di casa può avere numerose interpretazioni ma, in ultima analisi, evoca una sensazione di sicurezza e benessere, è uno spazio ancestrale al quale sono legati i nostri ricordi e le nostre esperienze. Il pianeta Terra è la nostra casa, la casa della nostra specie che qui ha mosso i primi passi, evolvendosi nel corso dei millenni.

 

scimpanzé

 

Eppure l’uomo, a differenza di ogni altra specie animale con cui condivide il pianeta, pretende dall’ambiente più di quanto esso possa offrire, degradandolo e portandolo al collasso. Anche per provare a risvegliare la nostra coscienza più “animale” il 5 giugno si celebra la Giornata mondiale dell’ambiente, istituita dalle Nazioni Unite nel 1972.

 

La data scelta ricorda il primo grande vertice internazionale per parlare di ambiente a livello globale: la Conferenza di Stoccolma sull’Ambiente umano. Da quell’incontro nacque l’Unep, il Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente.

 

L’obiettivo della giornata è di diffondere la consapevolezza circa l’importanza dell’ambiente e promuovere una serie di buone pratiche in grado di generare un impatto positivo esponenziale sul pianeta.

 

Lo slogan dell’edizione del 2015 è “Sette miliardi di sogni. Un pianeta. Consumiamo con attenzione”, ed evidenzia come benessere umano, ambiente ed economia siano strettamente correlati e che il nostro futuro dipende dalla gestione responsabile delle risorse naturali del pianeta.

 

[vimeo url=”https://vimeo.com/81616727″]

Le celebrazioni ufficiali della Giornata mondiale dell’ambiente quest’anno si svolgono proprio in Italia, a Expo Milano 2015. L’esposizione universale è infatti dedicata alla nutrizione globale, sfida che va di pari passo con gli obiettivi della giornata dedicata all’ambiente.

 

“Per l’Italia è un onore condurre le celebrazioni insieme all’Unep – ha dichiarato il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. – Abbiamo l’occasione unica di beneficiare dello straordinario contesto globale e multi-dimensionale di Expo per stimolare riflessioni e azioni nuove sui temi ambientali, anche in vista di alcune decisioni cruciali che dovranno essere prese nei prossimi mesi: il lancio dell’Agenda per lo sviluppo post 2015 delle Nazioni Unite, a settembre, e il nuovo accordo sul clima, a dicembre”.

 

big sur

 

Il 5 giugno sarà inoltre presente a Expo Milano 2015 Yaya Touré, centrocampista ivoriano del Manchester City, in veste di ambasciatore dell’Unep. Il calciatore ricopre la carica dal 2013 con lo scopo di sensibilizzare la comunità internazionale sulla questione del bracconaggio che sta portando all’estinzione gli elefanti africani.

Articoli correlati