Il Sentiero della Pace: 500 km attraverso il Trentino che visse la Grande Guerra

Ricorre il centenario della Prima Guerra Mondiale e vi suggeriamo un suggestivo percorso tra i meravigliosi paesaggi del Trentino Alto Adige per rivivere i territori che sono stati teatro di dure battaglie e ora ne conservano solo la pace.

100 anni fa la Grande Guerra segnò la fine di un’epoca. Il Trentino fu uno dei territori che più profondamente venne travolto da quest’evento mondiale e subì trasformazioni territoriali, di confini e socio-economiche.

 

Ciò che la storia ci racconta può farlo ancora oggi il territorio: la natura, le montagne, le ex-strade militari, i camminamenti, le trincee e le fortificazioni sono tutti luoghi simbolo di grandi battaglie, di operazioni ardite e di eroiche resistenze che parlano con forza e suggestione ai visitatori.

 

Trentino ©GettyImages

 

In occasione del centenario della Prima Guerra Mondiale, la Regione Autonoma Trentino Alto Adige propone un’offerta culturale, storica e naturalistica di grande respiro veicolata attraverso un sito creato ad hoc Trentino Grande Guerra.

 

A chi crede che solo immergendosi nei luoghi teatro di questi avvenimenti bellici, si possa vivere a pieno, non solo la storia, ma anche i mutamenti del territorio, consigliamo di percorrere il Sentiero della Pace. Il tracciato copre più di 500 km e va dal Passo del Tonale alla Marmolada, collegando luoghi significativi, immersi nel silenzio che caratterizza la natura maestosa e serena del Trentino.

 

Si compone di salite e discese e tocca ambienti tra loro molto diversi come le nevi perenni dei ghiacciai e il mite paesaggio del Garda. Coprirlo nella sua interezza richiederebbe non meno di un mese, e dunque un’idonea forma fisica e un allenamento specifico, ma il Sentiero della Pace può essere scoperto e percorso anche a tratte brevi, a piedi e, per alcune tappe, in mountain bike. Per trovare i percorsi adatti a ogni escursionista, visitate la pagina ufficiale del sito del Turismo del Trentino Alto Adige dedicata al Percorso della Pace.

 

E se durante un trekking scorgerete una colomba bianca su legno o gialla su roccia, siete sulla buona strada! Il simbolo scelto per la segnaletica ci ricorda che nei luoghi di Guerra ora regna pace e silenzio.

Articoli correlati