Cooperazione internazionale

Il viaggio dei migranti che vogliono ricominciare a vivere negli Stati Uniti

Il racconto fotografico dei migranti che ogni giorno attraversano il Messico pur di raggiungere gli Stati Uniti, e il sogno che rappresentano.

Il fotografo californiano John Moore ha realizzato un reportage sulle persone che ogni giorno cercano di attraversare il confine che divide Messico e Stati Uniti d’America. Migliaia di migranti che provengono da diversi paesi dell’America centrale e meridionale e che cercano di raggiungere gli Stati Uniti nella speranza di cominciare una vita nuova, dignitosa, alla ricerca di una casa e di un lavoro.

 

Il centro di accoglienza dove Moore ha realizzato il suo reportage fotografico si chiama La 72 ed è gestito da frati francescani insieme a decine di volontari. La 72 è la prima tappa di un viaggio che dura giorni e notti attraverso il lungo territorio messicano, fatto di passaggi con mezzi di fortuna, camminate e soste infinite. Molti rischiano la vita nel tentativo di saltare sul treno merci noto come “La bestia” che attraversa la città di Tenosique, nel sud del Messico.

Il numero di migranti che tentano la fortuna è calato rispetto ai mesi scorsi soprattutto in seguito al rafforzamento delle leggi, dei controlli e degli accordi bilaterali raggiunti dal governo messicano e dall’amministrazione americana.

Articoli correlati