Il ciclo biologico delle zanzare, vita e riproduzione

Le zanzare, attratte dall’odore e dalla temperatura corporea degli animali, pungono per procurarsi il cibo. Scopriamo la vita di una zanzara e il suo ciclo biologico.

Le zanzare si trovano soprattutto nelle zone dove vi è la presenza di acqua, come stagni e laghetti. Sono molto diffuse soprattutto nella pianura padana e nelle zone costiere.

Zanzara
Le zanzare sono creature antiche che popolano il pianeta da almeno 100 milioni di anni (Photo by Burrard-Lucas/ Barcroft Media / Getty Images)

L’accoppiamento delle zanzare

Solamente le femmine delle zanzare, dopo l’accoppiamento, hanno la necessità di pungere animali, tra cui l’uomo, per effettuare un pasto di sangue. Questo alimento, estremamente nutritivo è indispensabile per consentire la maturazione delle uova, che le specie più comuni depongono in sacche galleggianti di 300 – 400 unità, sulla superficie dell’acqua.

Ecco come nascono le zanzare

In pochi giorni dall’uovo schiudono le larve, che vivono e si accrescono in acqua, filtrando le particelle in sospensione, per 4-8 giorni, trascorsi i quali si trasformano in pupe: gli ultimi stadi acquatici. Le pupe dopo breve tempo (2-4 giorni) sfarfallano quindi in adulti.

Larve di zanzara nell'acqua stagnante
Per molte specie di zanzara il sangue è fondamentale per raccogliere energie e riprodursi (Photo by Justin Sullivan/Getty Images)

Da uovo ad adulto, quanto dura il ciclo delle zanzare

Ci vogliono circa 20-30 giorni per il passaggio da uovo ad adulto, ma la durata di questo processo è condizionata dalla temperatura e dall’umidità. Normalmente l’arco di un mese basta ad una zanzara per generarne molte altre che saranno prevalentemente femmine. Una volta adulta una zanzara può anche seguire una dieta vegetariana (liquidi zuccherini di origine vegetale), ma le serve almeno un pasto di sangue per deporre a sua volta le uova. E, siccome la prosecuzione della specie è un istinto fortissimo, la zanzara lo seguirà al più presto e probabilmente non se ne accontenterà di uno solo, deponendo più volte le uova nel corso della stagione calda.

Nursery per zanzare

È quindi facile comprendere come, anche piccoli ristagni d’acqua, durante la primavera e l’estate, possano trasformarsi in importanti focolai di sviluppo per le zanzare.

Puntura di zanzara
Si stima che esistano oltre 3.500 specie diverse di zanzare nella famiglia Culicidae (Photo by Smith Collection/Gado/Getty Images).

La vita media delle zanzare, maschi e femmine

La durata dello stadio adulto nelle differenti specie di zanzare varia da un paio di settimane ad alcuni mesi durante la stagione calda. Nelle specie più comuni, soprattutto negli ambienti urbani, come Culex pipiens, alla fine dell’estate i maschi muoiono, mentre le femmine si introducono in luoghi riparati e all’interno degli edifici. In questi luoghi restano per tutto l’inverno in attesa della successiva primavera, per un nuovo pasto di sangue e una nuova, numerosa, deposizione di uova. Altre specie di zanzare, come le Aedes caspius, si sviluppano più tipicamente in aree umide delle zone rurali, ma compiendo notevoli spostamenti in volo possono colonizzare fastidiosamente anche gli ambienti urbani.

Articoli correlati