Il cuoco segreto dei papi. Bartolomeo Scappi e la Confraternita

Il cuoco segreto dei papi. Bartolomeo Scappi e la Confraternita. Gangemi Editore, Roma 2007

La cucina nel Cinquecento. Com?era? Cosa si mangiava? E come?
Preparatevi per fare un salto nella storia con questo bel
libro.
Qui si parla infatti di colui che era il ?cuoco segreto dei papi?,
Bartolomeo Scappi, maestro dell?arte della cucina e autore di uno
dei più celebri trattati di cucina del sedicesimo
secolo.
Era lui con la sua confraternita di cuochi e pasticcieri che
organizzava cene e sontuosi banchetti per Pio V e i suoi
commensali. Era lui che pensava a come abbinare sapori, colori e
gusti delle ricche tavole di cinque secoli fa.

Un piacere questo libro. Per l?occhio, per il palato e per la
curiosità storica. Si respira tutta la magia che c?era nella
preparazione di un piatto, l?amore per gli ingredienti giusti,
scelti e serviti con la più studiata e ricercata delle
presentazioni.
Tecnica razionale e amore intuitivo si univano nei piatti dello
Scappi in un magico insieme di sapori e colori. Lo studio e la
razionalità erano alla base dei suoi sontuosi e gustosi
banchetti.

Un?opera affascinante sulla storia della gastronomia nata dalla
paziente ricerca tra archivi e chiese, che ci porta indietro nel
tempo tra conviti rinascimentali, tavole imbandite, ricette per
eminenti personaggi della corte romana, tavole con illustrazioni di
cucine e utensili.

Un?opera sicuramente da conoscere, per vivere il momento in cui il
fascino della storia si unisce al fascino della cucina. Ne vale
davvero la pena.


Silvia Passini

 

Articoli correlati
Un’eredità tutta da scoprire

La storia di una famiglia che riemerge attraverso i secoli da oggetti, suppellettili, lettere, fotografie. Un’eredità tutta da scoprire.

Curarsi con i cibi che si hanno in casa: rimedi e ricette in un manuale

Curarsi con i cibi che mangiamo è il punto di partenza per la nostra salute. “Gli alimenti possono essere la base e il sostegno di ogni terapia anche perché, al contrario di molti farmaci, vengono riconosciuti immediatamente dal nostro organismo“. Inizia così il libro Manuale pratico di rimedi naturali scritto dalla naturopata Angelica Agosta e