Il futuro verde con la “Green IT”

Con le nuove tecnologie, le aziende italiane possono risparmiare fino a un miliardo di euro all’anno. Sogno? No. E’ la “Green IT”. Parola di Fujitsu Siemens Computers.

La tecnologia di Fujitsu Siemens Computers fa passi avanti e li
fa verso il verde, verso la
sostenibilità
. E non per puro ambientalismo,
non perché “ci crede”; li fa perché è
necessario dal punto di vista economico e pratico.

Il discorso è semplice: ogni anno le aziende richiedono
prestazioni sempre migliori da server e pc, ma la quantità
di corrente fornita è sempre la stessa e sempre più
cara (visto il prezzo del petrolio in continua ascesa).
L’efficienza energetica
e l’ecocompatibilità
dei prodotti tecnologici sono tappe obbligate.

Per questo, la “Green IT” è stata protagonista del
convegno indetto dalla stessa Fujitsu Siemens Computers in
collaborazione con Intel, “IT Future – For a better business. For a
better planet”, tenutosi ad Assago lo scorso 8 maggio.

IT sta per “Information Technology”, ovvero l’insieme di studio,
progettazione, sviluppo, implementazione, supporto e gestione dei
sistemi informativi computerizzati. Il termine “Green IT” indica il
tentativo di rendere “verde” la
tecnologia
, al fine di migliorare sia il mercato sia
il pianeta in cui viviamo.

Alcuni dati: in Italia ci sono circa 800 mila server, che
consumano energia, ogni anno, per il valore di 1,9 miliardi di
euro. Secondo l’amministratore delegato di Fujitsu Siemens
Computers Italia, Pierfilippo Roggero, se fossero tutti sostituiti
con i nuovi server Primergy, più efficienti, si avrebbe, in
4 anni, un risparmio di circa 1 miliardo di euro e, naturalmente,
una netta diminuzione delle emissioni di CO2.
Perfettamente in linea con quanto richiesto da
Kyoto
.

Ma questo è solo uno dei meriti dell’azienda, che si
occupa di tecnologia sostenibile dal 1993: oggi, ad esempio, tutti
i pc con marchio Fujitsu Siemens Computers hanno
componenti riciclabili
e adottano processori Intel –
azienda che nel 2007, insieme ad altri grandi nomi come Microsoft,
ha lanciato l’iniziativa Climate Severs Computing – in grado di far
risparmiare fino al 30% di energia, e quindi corrente, e quindi
denaro.

Basta cliccare su www.fujitsusiemens.it per
scoprire quanto siano verdi le tecnologie del futuro. Adesso.


Chiara Boracchi

Articoli correlati

Il futuro verde con la “Green IT”

Con le nuove tecnologie le aziende possono risparmiare fino a un miliardo di euro all’anno. Sogno? No, è la “Green IT”. Parola di Fujitsu Siemens Computers.

Il discorso è semplice: ogni anno le aziende richiedono
prestazioni sempre migliori da server e pc, ma la quantità
di corrente fornita è sempre la stessa e sempre più
cara (visto il prezzo del petrolio in continua ascesa).
L’efficienza energetica e l’ecocompatibilità dei prodotti
tecnologici sono tappe obbligate.

Per questo, la “Green IT” è stata protagonista del
convegno indetto dalla stessa Fujitsu Siemens Computers in
collaborazione con Intel, “IT Future – For a better business. For a
better planet”, tenutosi ad Assago lo scorso 8 maggio.

IT sta per “Information Technology”, ovvero l’insieme di studio,
progettazione, sviluppo, implementazione, supporto e gestione dei
sistemi informativi computerizzati. Il termine “Green IT” indica il
tentativo di rendere “verde” la tecnologia, al fine di migliorare
sia il mercato sia il pianeta in cui viviamo.

Alcuni dati: in Italia ci sono circa 800 mila server, che
consumano energia, ogni anno, per il valore di 1,9 miliardi di
euro. Secondo l’amministratore delegato di Fujitsu Siemens
Computers Italia, Pierfilippo Roggero, se fossero tutti sostituiti
con i nuovi server Primergy, più efficienti, si avrebbe, in
4 anni, un risparmio di circa 1 miliardo di euro e, naturalmente,
una netta diminuzione delle emissioni di CO2. Perfettamente in
linea con quanto richiesto da Kyoto.

Ma questo è solo uno dei meriti dell’azienda, che si
occupa di tecnologia sostenibile dal 1993: oggi, ad esempio, tutti
i pc con marchio Fujitsu Siemens Computers hanno componenti
riciclabili e adottano processori Intel – azienda che nel 2007,
insieme ad altri grandi nomi come Microsoft, ha lanciato
l’iniziativa Climate Severs Computing – in grado di far risparmiare
fino al 30% di energia, e quindi corrente, e quindi denaro.

Basta cliccare su www.fujitsusiemens.it per
scoprire quanto siano verdi le tecnologie del futuro. Adesso.

Chiara Boracchi

Articoli correlati