L’Italia a piedi: l’elogio del cammino

È il modo più semplice per viaggiare ma spesso lo dimentichiamo. Camminando si possono vivere le nostre città e affrontare lunghi viaggi. Riscoprirete l’arte della contemplazione, il rapporto con il territorio e la lentezza.

Possiamo farlo tutti, ogni giorno. Andare al lavoro a piedi, guardando con nuova curiosità i luoghi dove viviamo o decidere di partire davvero per scoprirne di sconosciuti percorrendo strade e sentieri.

Anziano che passeggia
Anziano cammina circondato dai pini in un viale alberato in Toscana (Photo by Frank Bienewald/LightRocket via Getty Images)

Perché camminare

Camminare è un modo di viaggiare, forse il più affascinante: permette di instaurare un rapporto unico con il sentiero che si percorre e con ciò che ci circonda e si ha il tempo e l’attenzione giusta per ammirare, senza alcuna distrazione. Gli appassionati del cammino sono tanti e l’Italia offre sentieri e panorami unici, per tutti i gusti, sia che si sia esperti e allenati che neofiti. Quando si parla di cammini si pensa sempre a Santiago ma senza andare tanto lontano e fare tanti chilometri, possiamo intraprendere un viaggio a piedi, magari dietro casa.

Social trekking

Per chi non vuole dover pensare a nulla o quasi, sono nate cooperative e agenzie che si occupano di tutto, a voi resta solo camminare: Walden viaggi a piedi ad esempio propone itinerari per tutti i tipi di camminatori che divide per difficoltà. Promuove inoltre il Social Trekking che definiscono come un laboratorio di convivialità, di stili di vita, di economie alternative, un’officina di sogni, di progettazione di una società migliore, più leggera e sostenibile, perché camminare assieme è sempre più un atto sociale che può cambiare il mondo. Noi siamo molto d’accordo: avete mai pensato quanto bene fate a voi stessi camminando e quanto al territorio? Anche questo è turismo responsabile ed ecosostenibileTrekking Italia da più di 25 anni vuole far conoscere, rispettare e difendere la natura, rivalutando quelle capacità di percezione e di relazione dell’uomo che le abitudini di vita moderne hanno assopito. Propongono itinerari in Italia e all’estero in ogni periodo dell’anno e per tutte le tasche, difficile non trovare ciò che fa per voi.

All’avventura

Se invece siete intraprendenti e pensate di non aver bisogno di nulla se non delle vostre forze, vi consigliamo due itinerari, uno al nord, l’altro al sud. Il Sentiero degli Dei nella Costiera Amalfitana tra mare e montagna immersi nella macchia mediterranea. A nord, in Valtellina un sentiero più impegnativo, la Via Spluga  nelle Alpi centrali che da secoli unisce le due località di Thusis e Chiavenna, antichi borghi e una natura dolce alternate a gole e vette vertiginose.

Camminare in montagna
L’Italia dispone di uno straordinario patrimonio di sentieri per tutti gli amanti del cammino (Photo by In Pictures Ltd./Corbis via Getty Images)

Se avete gambe forti e voglia di partire non serve molto altro; magari prima di intraprendere il vostro cammino, l’ultimo consiglio è la lettura de Il mondo a piedi di David Le Breton per cominciare a viaggiare tra splendide pagine. 

Buon viaggio!

Articoli correlati