L’acqua, elemento modellatore e propiziatore del feng shui

L’acqua all’interno e intorno all’abitazione contribuisce a regolare l’umidità, aumenta la percentuale di ioni benefici e purifica l’aria.

Questo è il punto di vista del feng shui, una tradizione cinese e tibetana di più di cinquemila anni, per trovare una giusta armonia tra uomo, abitazione e ambiente. La traduzione della parola feng shui corrisponde al nome dei due elementi che da sempre modellano la forma del territorio: “vento e acqua”, considerati veicoli del Qi, in cinese, l’energia vitale.

acqua
L’acqua è un elemento legato all’abbondanza, alla ricchezza, al denaro, alla comunicazione © ingimage

L’acqua, un elemento fondamentale

La presenza dell’acqua porta a un’altra valutazione importante nella pratica del feng shui. Essa è un elemento legato all’abbondanza, alla ricchezza, al denaro, alla comunicazione. Si ritengono quindi propizi un corso d’acqua che scorra nelle vicinanze della casa con andamento calmo, meglio se da est verso ovest, o un piccolo lago a sud che riflettendo la luce del sole possa esaltarne la benefica presenza.

L’acqua al limite anche sotto forma di acquario deve essere sempre presente negli ambienti della casa. Una fontanella da appartamento o una fontana in giardino sono ulteriori zampilli di energia, che ionizzano l’aria e creano un rigenerante suono di fondo.

Articoli correlati