Goetheanum

Rudolph Steiner, il fondatore dell’antroposofia, ha lasciato con il “Goetheanum” un esempio concreto della sua idea sull’architettura

La costruzione del primo Goetheanum inizò nel 1913 per
terminare con l’inaugurazione del 1920 – era un enorme edificio in
legno con due cupole, all’interno impreziosito da ricche
decorazioni pitturate e intagliate nel legno. Due anni dopo la sua
inaugurazione, nella notte di San Silvestro del 1922/23,
bruciò completamente. Rudolph Steiner non tardò a
ideare il modello per un nuovo Goethenaum, questa volta da
realizzare in cemento armato. La nuova costruzione fu iniziata poco
prima della sua morte avvenuta nel 1925, si tratta del
Goetheanum tutt’oggi
esistente
e da alcuni anni sotto la protezione dei
Beni Architettonici. Al suo interno si svolgono le attività
della Libera Università di Scienza dello Spirito, ci sono
sale per spettacoli, concerti, convegni e altre
attività.

L’elemento che più caratterizza la costruzione è
l’assenza totale di angoli retti. Rudolph Steiner sosteneva che
questi in natura non esistono e quindi vanno evitati anche
nell’habitat che l’essere umano si costruisce. Con il Goetheanum
è stato quindi realizzato un’importante esempio di
architettura organica, con forme ispirate al
mondo delle piante e delle espressioni della natura
in
genere. E’un’ idea che era stata sviluppata già intorno al
1900, nella corrente dello stile “liberty”, ma più nel campo
della gioielleria e oggettistica che in quella architettonica.

Il Goetheanum è stato il primo edificio monumentale mai
modellato in cemento armato. Per poterlo realizzare è stato
necessario trovare soluzioni tecniche e artistiche di assoluta
avanguardia. L’ inaugurazione è avvenuta nel 1928, quando
non era ancora completato, e i lavori hanno proseguito fino al
1989. Negli anni successivi intorno a al Goetheanum è sorto
una specie di villaggio, tutte case costruite nello stile
sviluppato da Rudolph Steiner.

Tutti i giorni alle ore 14 viene effettuata una visita guidata nel
Goetheanum. Punto d’incontro è l’ingresso principale
ovest.
Prezzo della visita guidata: CHF 12.00 / 7.00.
Per informazioni telefon:+41 (0)61 706 42 69
telefax:+41 (0)61 706 42 33

Tomaso Parente

Articoli correlati