A cosa serve l’alga laminaria, proprietà e controindicazioni

Utilizzata nella cucina popolare asiatica, la laminaria japonica è un’alga dalle proprietà benefiche e cosmetiche molto utile nella cura dell’ipotiroidismo

di Anna Poletti

La laminaria, il cui nome scientifico è laminaria digitata, è un’alga di colore bruno che cresce nei mari freddi come il Mare del Nord e l’Oceano Atlantico settentrionale. Grazie al suo elevato contenuto di sali minerali come lo iodio, viene essiccata e trasformata in prodotti che fungono da integratori per diversi disturbi.

laminaria japonica
È presente soprattutto lungo le coste in Gran Bretagna, Irlanda, Bretagna, Russia e Islanda. © Wikimedia

Proprietà dell’alga laminaria

Oltre a servire come emulsionante e gelificante nei gelati, nelle confetture e nei succhi di frutta, la laminaria è molto diffusa da millenni nella cucina popolare asiatica perché ricca di sali minerali come il già citato iodio, il potassio, il magnesio, il ferro e il calcio. Per questo viene largamente impiegata anche in fitoterapia.

Alga laminaria e ipotiroidismo

La tiroide è una ghiandola endocrina che si trova in corrispondenza del quinto chakra, chiamato nella tradizione indiana Vishuddha e collocato alla base del collo. Il chakra della gola è connesso al processo della comunicazione e dell’espressione autentica. Nelle disfunzioni alla tiroide, dunque, la causa non è da rintracciare soltanto nel processo di invecchiamento o in un’alimentazione scorretta. Anche i problemi di comunicazione con gli altri possono portare a sviluppare forme di ipertiroidismo, quando la tiroide produce troppi ormoni, e di ipotiroidismo, quando la produzione invece è insufficiente.

Gli ormoni della tiroide sono fabbricati a partire dallo iodio, un elemento naturale che va assunto attraverso l’alimentazione e si trova nel pesce, nei crostacei, nella soia, nei latticini, ma soprattutto nelle alghe come la laminaria che contiene un alto tasso del minerale prezioso per la ghiandola preposta al corretto funzionamento del metabolismo.

alga laminaria proprietà
In un organismo in salute, il fabbisogno di iodio è di 300 microgrammi al giorno. © Ingimage

Alga laminaria per dimagrire

Utile anche in caso di fatica, per i periodi di convalescenza, negli stati di demineralizzazione, per chi soffre di reumatismi cronici e per il sovrappeso, la laminaria può aiutare ad accelerare il metabolismo favorendo l’eliminazione di grassi e il raggiungimento del peso forma. Grazie alla capacità degli alginati contenuti al suo interno di assorbire i liquidi, inoltre, è perfetta per aumentare il senso di sazietà o come lassativo.

Alga laminaria: proprietà cosmetiche

Non solo per la salute, a beneficiare delle sue proprietà sono anche la pelle e i capelli. Prevenendo l’invecchiamento cutaneo, la laminaria è utilizzata nella composizione di fanghi attivi contro la cellulite che, applicati nelle zone interessate, stimolano la circolazione riducendo i fastidiosi inestetismi della pelle.

Inoltre, grazie a uno studio condotto da un’equipe di ricercatori del dipartimento di dermatologia dell’Università Chung-Ang di Seoul, si è scoperto che la laminaria japonica abbinata alla cistanche tubulosa è utile anche per incentivare la crescita dei capelli in pazienti con calvizie o per combattere la fosfora e le conseguenti infiammazioni al cuoio capelluto.

laminaria japonica integratore
Dall’alga essiccata si ricavano integratori venduti in erboristeria e farmacia sotto forma di compresse o polvere. © Ingimage

Controindicazioni

Accelerando il metabolismo e la produzione di ormoni tiroidei, la laminaria e tutte le alghe ad elevato contenuto di iodio è sconsigliata alle persone che soffrono di ipertiroidismo. Tra gli effetti indesiderati, infatti, ricorrono palpitazioni, vampate di calore, nervosismo, insonnia, acne, disturbi allo stomaco, dissenteria e nausee.

Articoli correlati