Le migliori mostre d’arte del 2017 in Italia, ecco quelle da non perdere

Un autunno ricco di grandi mostre d’arte in giro per l’Italia. Le mostre d’arte del 2017 scelte da noi, per godere di mesi di meraviglia.

L’autunno significa anche grandi mostre per gli appassionati d’arte e l’occasione di programmare viaggi per visitare musei e gallerie in giro per il paese. Tra le esposizioni ancora in corso e quelle che hanno segnato quest’anno, ecco l’agenda delle mostre d’arte del 2017 da non perdere: un tour d’arte e bellezza per godere di artisti e opere di tutto il mondo perché, diceva Henry Miller, “l’arte non insegna nulla, tranne il senso della vita“. E non è poco.

Le più belle mostre del 2017, un anno d’arte

Dentro Caravaggio: dal 29 settembre 2017 al 28 gennaio 2018 a Palazzo Reale, Milano

Un evento dalle caratteristiche uniche a Milano, città natale di Caravaggio, con l’esposizione di 18 opere affiancate dalle rispettive immagini radiografiche che consentono così al pubblico di seguire e scoprire attraverso l’uso degli apparati multimediali il percorso dell’artista, dal suo pensiero iniziale fino alla realizzazione finale dell’opera. La mostra Dentro Caravaggio è visitabile a Palazzo Reale di Milano fino al 28 gennaio 2018, questi gli orari: dal martedì al venerdì e la domenica dalle 09:30 alle 19:30; giovedì e sabato dalle 09:30 alle 22:30. Il biglietto (audioguida inclusa) costa 13 euro.

Dentro Caravaggio
Michelangelo Merisi da Caravaggio Fanciullo morso da un ramarro, 1596-1597 Olio su tela, 65,8 x 52,3 cm. Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi di Firenze

Van Gogh. Tra il grano e il cielo: dal 7 ottobre 2017 all’8 aprile 2018 alla Basilica Palladiana, Vicenza

Un luogo splendido per uno degli artisti più amati di sempre: le opere di Vincent Van Gogh alla Basilica Palladiana di Vicenza per Tra il grano e il cielo, la mostra curata da Marco Goldin che porta nella città circa 120 capolavori tra dipinti e disegni provenienti da varie parti del mondo. Dal 7 ottobre 2017 all’8 aprile 2018 la più grande esposizione dell’artista mai allestita in Italia, essenziale. Un percorso espositivo che tocca tutte le fasi creative e personali di Van Gogh e ne restituisce fedelmente le sensazioni e i conseguenti mutamenti artistici. Questi gli orari dell’esposizione: da lunedì a giovedì dalle 9:00 alle 18:00, da venerdì a domenica dalle 9:00 alle 20:00, il biglietto costa 14 euro.

Van Gogh a Vicenza
Vincent van Gogh, Campo di papaveri, 1890, olio su tela, cm 73 x 91,5. L’Aia, Gemeentemuseum, prestito del Cultural Heritage Agency of the Netherlands

Chagall. Sogno di una notte d’estate: dal 14 ottobre 2017 al 28 gennaio 2018 al Museo della Permanente, Milano

Per la fortunata serie delle mostre che non prevedono l’esposizione delle opere ma uno spettacolo con proiezioni di esse, musica e narrazione, dal 14 ottobre 2017 è il momento di Chagall. Sogno di una notte d’estate, un appuntamento immersivo capace di coinvolgere anche il visitatore più scettico. La mostra-spettacolo è un viaggio per tappe, quelle della creazione artistica di Marc Chagall e della sua vita e arriva a Milano al Museo della Permanente come tappa italiana del progetto che in Francia ha riscosso un enorme successo. Gli orari per visitarla: tutti i giorni dalle 09:30 alle 19:30, il biglietto costa 15 euro.

Monet: dal 19 ottobre 2017 all’11 febbraio 2018 al Complesso del Vittoriano, Roma

L’esposizione presenta circa sessanta opere del padre dell’Impressionismo, provenienti dal Musée Marmottan Monet – che nel 2016 ha festeggiato 80 anni di vita – testimonianza del suo percorso artistico, ma soprattutto dell’artista medesimo. Si tratta infatti delle opere che Monet conservava nella sua ultima dimora di Giverny e che il figlio Michel donò al museo. Dalle celebri caricature della fine degli anni Cinquanta dell’Ottocento, attraverso i paesaggi rurali e urbani di Londra, Parigi, Vétheuil, Pourville, ai ritratti dei figli, alle tele dedicate agli amatissimi fiori del suo giardino (rose, glicini, agapanti) per arrivare alle monumentali Ninfee e Glicini. La mostra Monet è aperta dal lunedì al giovedì dalle 09:30 alle 19:30, venerdì e sabato dalle 09:30 alle 22:00, domenica dalle 09:30 alle 20:30; il biglietto costa 15 euro.

I grandi maestri. 100 anni di fotografia Leica: dal 16 novembre 2017 al 18 febbraio 2018 al Complesso del Vittoriano, Roma

Sicuramente è la macchina fotografica più conosciuta al mondo, la 35 mm provvista di pellicola che ha segnato la storia di quest’arte e questa mostra vuole omaggiarla. Al Complesso del Vittoriano inaugurerà in novembre I grandi maestri. 100 anni di fotografia Leica, un racconto a scatti che mette insieme la fotografia d’epoca e tutti gli artisti che hanno utilizzato la Leica, a partire dagli anni Venti a oggi. 350 fotografie di autori internazionali, da Henri Cartier-Bresson a Gianni Berengo Gardin, da William Klein a Robert Frank, a Robert Capa a Elliott Erwitt. Da non perdere per chi considera quest’arte il miglior modo di raccontare la storia, i cambiamenti della società, il mondo. La mostra è aperta dal lunedì al giovedì dalle 09:30 alle 19:30, venerdì e sabato dalle 09:30 alle 22:00, domenica dalle 09:30 alle 20:30; il biglietto costa 13,50 euro.

Treasures from the wreck of the unbelievable: dal 9 aprile 2017 al 3 dicembre 2017 a Palazzo Grassi e Punta della Dogana, Venezia

Venezia è ancora esposto uno dei pochi artisti che possono essere definiti star dell’arte contemporanea: Palazzo Grassi e Punta della Dogana presentano un progetto inedito del britannico Damien Hirst, che coinvolge entrambe le sedi. Treasures from the wreck of the unbelievable, questo il titolo della mostra misteriosa. L’artista torna in Italia dopo la retrospettiva del 2004 presso il Museo archeologico nazionale di Napoli con un nuovo progetto frutto di un lavoro durato dieci anni. Senza pregiudizi e preconcetti, occorre solo vedere.

Pablo Picasso tra Cubismo e Neoclassicismo: dal 21 settembre 2017 alle Scuderie del Quirinale, Roma

Da settembre a Roma è di scena Picasso con una grande esposizione allestita alle Scuderie del Quirinale intitolata Pablo Picasso tra Cubismo e Neoclassicismo: un resoconto completo del complesso rapporto di Picasso con l’Italia, dalle suggestioni neoclassiche ispirate alla scultura antica e al Rinascimento romano, fino alle tentazioni realiste conseguenti alla scoperta della pittura parietale di Pompei.

Picasso Parade, Napoli

Anche Napoli omaggia Picasso con la Picasso Parade – in occasione dell’anniversario dei 100 anni della visita di Pablo Picasso in Italia, mentre era al lavoro sul balletto “Parade”. Si sa ancora poco: in tutti i luoghi che furono d’aiuto all’artista per venire a capo della produzione del balletto e delle opere successive, saranno ospitate alcune importantissime opere dell’artista. Prossimamente cercate informazioni qui.

Le altre grandi mostre che hanno caratterizzato il 2017

Anish Kapoor: dal 16 dicembre 2016 al 17 aprile 2017 al Macro di Roma

A Roma si è tenuta una mostra di Anish Kapoor, l’artista indiano che mancava da dieci anni in Italia ha esposto al Macro una serie di rilievi e dipinti composti da strati aggettanti di silicone rosso e bianco e pittura e sculture-architetture monumentali, tra le quali la straordinaria “Sectional body preparing for monadic singularity”, esposta l’anno scorso, all’aperto, nel parco della Reggia di Versailles, e riproposta al Macro in dialogo con l’architettura del museo. Per ripensare all’arte, in modi nuovi.

Da Hayez a Boldini. Anime e volti della pittura italiana dell’Ottocento: dal 21 gennaio 2017 all’11 giugno 2017 a Palazzo Martinengo, Brescia

A Brescia la mostra Da Hayez a Boldini. Anime e volti della pittura italiana dell’Ottocento è stata allestita fino all’11 giugno 2017 a Palazzo Martinengo, in cui sono stati esposti oltre cento capolavori. Canova, Hayez, Segantini, Pellizza da Volpedo, Zandomeneghi, De Nittis sono solo alcuni degli artisti presenti in mostra che raccontano un secolo d’arte, un secolo di storia che va dal neoclassicismo al romanticismo, dalla scapigliatura ai macchiaioli, fino al divisionismo.

Berenice Abbott Topografie: dal 17 febbraio 2017 al 31 maggio 2017 al Man, Nuoro

Se è la fotografia che vi appassiona, nello splendido e curato Man, il Museo d’arte della Provincia di Nuoro, sono stati esposti gli scatti di Berenice Abbott (Usa, 1917-1991), si tratta della prima mostra antologica in Italia dedicata a una delle più originali e controverse protagoniste della street photography.

Le più belle mostre nel 2017
Berenice Abbott esponente della street photography in mostra al Man di Nuoro

Keith Haring. About art: dal 20 febbraio 2017 al 18 giugno 2017 a Palazzo Reale, Milano

Un appuntamento importante per l’arte del Ventesimo secolo è stato quello con Keith Haring. About art, a Milano a Palazzo Reale. Il pittore e writer statunitense, morto a soli 31 anni, segnò un nuovo corso d’arte che è tutt’oggi identificato con le sue opere. La street art, e non solo quella, devono molto al suo “tratto”: pensiamo ad esempio alla pubblicità, Haring è stato capace di creare un nuovo linguaggio. Sempre moderno.

Bill Viola. Rinascimento elettronico: dal 10 marzo 2017 al 23 luglio 2017 a Fondazione Palazzo Strozzi, Firenze

La primavera ha portarto l’inaugurazione di mostre importanti, soprattutto per l’ambito moderno contemporaneo, una di queste è stata certamente quella dedicata dal 10 marzo – presso Fondazione Palazzo Strozzi di Firenze – a Bill Viola: una retrospettiva che ha celebrato il maestro indiscusso della videoarte contemporanea attraverso opere della sua produzione dagli anni Settanta a oggi, esposte in dialogo con grandi capolavori del Rinascimento. Firenze e non un’altra città perché è qui che l’artista ha iniziato la sua carriera nel campo della videoarte quando, tra il 1974 e il 1976, è stato direttore tecnico di art/tapes/22, centro di produzione e documentazione del video. Una straordinaria esperienza di immersione tra spazio, immagine e suono per chi ha dell’arte un’idea senza confini. Per saperne di più su questo artista, fantastico il sito ad hoc creato da Palazzo Strozzi, visitabile qui.

Bill Viola, "Ascension," 2000.
Bill Viola, “Ascension,” 2000

Modigliani: dal 15 marzo 2017 al 16 luglio 2017 a Palazzo Ducale, Genova

A Genova, inaugurata a marzo la mostra Modigliani: a Palazzo Ducale è stato raccontato il percorso creativo attraverso le tappe principali della sua carriera – purtroppo brevissima – ma feconda. Uno stile e una pennellata personalissima, inconfondibile, chiara ma forte capace di comunicare a tutti con una ricca semplicità. Un artista che si muove tra tradizione e modernità e ha uno sguardo internazionale, influenzato dalla Grecia antica, la Parigi fervente e l’art nègre.

A Palazzo Ducale sono molte le proposte interessanti, anche per chi ama la fotografia, il consiglio è di tenere d’occhio il cartellone, qui.

Manet e la Parigi moderna: dall’8 marzo 2107 al 2 luglio 2017 a Palazzo Reale, Milano

Palazzo Reale la mostra Manet e la Parigi moderna, in cui i capolavori del maestro francese sono stati affiancati da quelli di Renoir, Degas, Cezanne (tutti prestigiosi prestiti del Museo d’Orsay), a sottolineare la concezione innovativa dell’arte di Manet, divenuto a ragione un caposcuola.

Kandinskij: dal 15 marzo 2017 al 2 luglio 2017 al Mudec, Milano

Il Mudec invece ha allestito un’inedita mostra “site-specific” su Kandinskij: astrazione e colore in un’esposizione il cui obiettivo era consentire allo spettatore, anche con l’ausilio di specifici strumenti multimediali, di comprendere l’origine e lo sviluppo del suo codice simbolico in un viaggio affascinante tra le sue fonti visive. Le proposte del Mudec sono sempre allestite magnificamente, moderne e interattive, consigliate anche ai bambini.

Caravaggio experience: dal 18 marzo 2017 all’1 ottobre 2017 a Venaria Reale, Torino

A Torino nella location più suggestiva che la città possa offrire, la Reggia di Venaria si è tenuta la mostra Caravaggio experience, una mostra che si è basata su un sofisticato sistema di multi proiezioni, una suggestiva colonna sonora, fragranze olfattive e utilizza 58 capolavori di Caravaggio per creare un universo sensoriale in cui immergere lo spettatore. 50 minuti magici nella Citroniera Juvarriana dove vivere a pieno la luce, il naturalismo, la teatralità, la violenza e i luoghi di Caravaggio.

Articoli correlati