La commovente lettera con cui Tom Hardy dice addio al suo cane Woody

Per salutare il suo cane, ucciso anzitempo da una malattia, l’attore britannico ha scritto una lunga lettera pubblicata su Tumblr.

Poco importa che tu sia una miliardaria star hollywoodiana, un comune impiegato o un disoccupato, la morte di un cane accomuna tutti e infonde una profonda e ineluttabile tristezza. Non fa eccezione Tom Hardy, attore britannico, interprete di film come Inception, Revenant e Il cavaliere oscuro, che ha recentemente perso il suo cane Woodstock Yamaduki, detto Woody. L’animale, un meticcio simile ad un labrador, è morto all’età di appena sei anni a causa di un’incurabile malattia muscolare.

 

La nascita di un’amicizia

Hardy ha deciso di salutare un’ultima volta il suo amico dedicandogli una lunga e commovente lettera pubblicata sul suo profilo Tumblr, sottolineando come l’incontro con Woody, in una notte del 2011 in Georgia, abbia cambiato per sempre la sua vita. L’attore si trovava a Peachtree per le riprese del film Lawless, quando vide un cucciolo correre impaurito in mezzo a una strada. “L’ho visto correre verso l’autostrada, andando verso le auto e i camion, ho subito pensato che non ce l’avrebbe fatta – ha ricordato Hardy. – Così ho fischiato con forza, il cane si è girato, mi ha fissato gli occhi e ha deciso di correre dritto verso di me”. Hardy decise subito di adottarlo e da allora le loro strade non si sono più separate.  

Un cane da red carpet

Hardy e Woody hanno condiviso tutto e l’attore lo portava sempre con sé, anche alle cerimonie ufficiali e non era insolito vedere il cane incedere scodinzolante sui prestigiosi tappeti rossi riservati alle celebrità hollywoodiane. “È stato su molti set e ha conosciuto molte crew – si legge nella lettera scritta dall’attore – ha partecipato a foto shooting delle premiere e si è fatto un sacco di amici, è arrivato 73esimo nella classifica degli animali più influenti del Time. Ha battuto Lo squalo (sì, proprio quello squalo nda). Chiunque l’abbia incontrato lo ha amato. Non aveva neppure un briciolo di cattiveria. Conosceva soltanto l’amore”. Woody è perfino apparso in un cameo nella serie televisiva Peaky Blinders, mentre con il suo padrone è stato protagonista di un annuncio per l’associazione animalista Peta a sostegno dell’adozione degli animali.

Con Woody il mondo era un posto migliore

La star britannica ha scritto che durante i sei anni trascorsi con Woodstock, seppur brevi, ha vissuto alcuni dei migliori momenti della sua vita. “Era un angelo ed era il mio migliore amico – prosegue la lettera. – Era troppo giovane per andarsene e noi siamo devastati dalla sua perdita. Il mondo per me è stato un posto migliore con lui al mio fianco. Woody era il miglior compagno di viaggio che potessimo sognare di avere. Le nostre anime resteranno intrecciate per sempre. Ringraziamo Woody per aver scelto di trovarci. Non sarai mai e poi mai dimenticato. Corri con gli angeli, ci rivedremo quando sarò lì”.  

http://tomhardydotorg.tumblr.com/post/161532868851/i-first-saw-woodstock-running-across-a-turnpike-we

Articoli correlati
Un’amicizia lunga 12 mesi

Un calendario dedicato all’amicizia millenaria tra uomo e cane. Dodici mesi per rendere migliore la vita di chi ancora non ha una famiglia.