Orange fiber, quando il vestito, sano e sostenibile, è fatto di arance

Orange fiber, quando il vestito, sano e sostenibile, è fatto di arance

Cosa hanno in comune i campi di agrumi lasciati a marcire, il settore della moda e lo sviluppo sostenibile, economico e sociale? Moltissimo secondo Adriana Santocito ed Enrica Arena che, con il loro impegno, hanno creato e brevettato Orange fiber, il primo tessuto sostenibile partendo dalle arance. Entrambe catanesi, entrambe trasferitesi a Milano per studiare

Vinateria, il locale trendy di mobili vecchi

Vinateria, il locale trendy di mobili vecchi

Se siete in viaggio a New York, siete ecologisti, amate le cose belle e alla moda, non potete non passare da Harlem e fare tappa a Vinateria, un locale che ha aperto lo scorso aprile. La proprietaria, Yvette Leeper-Bueno, ha chiesto una mano, per arredarlo, a architetti e designer dello studio Salty Lab, con risultati

Solar Decathlon: ecco le case del futuro

Solar Decathlon: ecco le case del futuro

Se per il clima che cambia ci attendono eventi sempre più estremi, come uragani e alluvioni, è bene pensare a case che resistano a tutto questo. E magari che risparmino acqua ed energia, o che addirittura l’energia la producano, sfruttando naturalmente le fonti rinnovabili. Che abbiano, insomma, un design “resiliente”, cioè capace di resistere a

Bio-Clean: quando il detersivo è sano

Bio-Clean: quando il detersivo è sano

Cosa significa per Bio-Clean “attenzione all’ambiente”?   Attenzione all’ambiente significa poter conservare le risorse attuali del pianeta per le generazioni a seguire, per questo utilizziamo prodotti biologici certificati da ICEA. La filosofia di Bio-Clean Pulizie Ecosostenibili si fonda sul rispetto per la Terra e per le persone che la abitano. Il nostro lavoro quotidiano è fatto

Lo spreco nascosto dei tablet in standby

Lo spreco nascosto dei tablet in standby

I 14 miliardi di dispositivi elettronici presenti nel mondo, dalle console per videogiochi ai modem, dai tablet ai laptop, sempre online anche quando sono in standby, producono uno spreco energetico sempre maggiore.   Ne parla chiaramente il rapporto della International Energy Agency (Iea): nel 2013, lo spreco energetico è stato quantificato in 80 miliardi di