Materia oscura, il documentario esplosivo senza far rumore

Materia oscura è un documentario italiano del 2013 di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti. Per molti è stato il più bel film italiano dello scorso anno.

Materia oscura è un documentario che mostra le conseguenze delle attività militari che si svolgono all’interno del poligono sperimentale del Salto di Quirra, nel sudest della Sardegna, un’area che si estende tra le province di Cagliari e di Nuoro. In questo luogo quasi sconosciuto alla maggior parte degli italiani, i governi di tutto il mondo hanno condotto test missilistici dal 1956 al 2011 e provato la potenza di armi tecnologicamente avanzate. L’Italia ha usato questo luogo per far brillare vecchi arsenali militari.

 

http://www.youtube.com/watch?v=OCi2w5KMioU 

Massimo D’Anolfi e Martina Parenti hanno girato e montato immagini incredibili che possono essere divise in tre parti. La prima è dedicata a un geologo italiano che tenta di provare le conseguenze dell’inquinamento delle sperimentazioni militari sulla flora e sulla fauna locali.

 

La seconda è dedicata alla ricerca delle riprese dei test nell’archivio cinematografico del poligono. Le immagini mostrano con una chiarezza disarmante l’oltre mezzo secolo di sperimentazioni. Come se per decenni fosse stata condotta una guerra mai dichiarata alla salute del territorio e degli abitanti della Sardegna.

 

La terza parte documenta la vita quotidiana e il lavoro di due allevatori, padre e figlio, alle prese con situazioni anomale, ma frequenti. Come la nascita di animali deboli, malformati a causa delle sostanze tossiche, forse radioattive, rilasciate dalle esplosioni.

 

Il documentario dura 80 minuti, ha partecipato al 63esimo festival internazionale del cinema di Berlino ed è stato considerato da più riviste cinematografiche il più bel film italiano del 2013. Nonostante questo, non è stato distribuito in modo adeguato in Italia. Forse per l’assenza di una voce narrante, di una colonna sonora o di un dialogo costruito. Didascalico.

 

Il calendario delle prossime proiezioni

MILANO, Cinema Mexico – lunedì 3 febbraio ore 22.00

PALERMO, Centro sperimentale – martedì 4 febbraio ore 16.00*

LONDRA, Istituto italiano di cultura – martedì 4 febbraio ore 18.30

NUORO, Istituto superiore regionale etnografico – martedì 4 febbraio ore 19.00*

BARCELLONA, Istituto italiano di cultura – mercoledì 5 febbraio ore 18.30

PARIGI, Cinéma La Clef – mercoledì 5 febbraio ore 20.00*

BOLOGNA, Cinema Lumière – mercoledì 5 febbraio ore 20.15

TORINO,  Teatro Matteotti – mercoledì 5 febbraio ore 21.00

NOLA, Cinema Savoia – giovedì 6 febbraio ore 21.00*

NAPOLI, Cinema Astra – venerdì 7 febbraio ore 21.00*

ROMA, Casa del cinema – sabato 8 febbraio ore 18.30

BERLINO, Cinema Babylon – domenica 9 febbraio ore 16.00

FIRENZE, Spazio Alfieri – domenica 9 febbraio ore 21.30

BUSNAGO, Movie Planet – martedì 11 febbraio ore 21:00*

 

*alla presenza dei registi

Articoli correlati