Cooperazione internazionale

Moas, Chris Martin dei Coldplay dà la voce per i migranti

I Colplay sostengono l’ong Moas che salva donne e uomini che ogni giorno tentano di attraversare mari vicini e lontani alla ricerca di una vita migliore.

Il gruppo britannico dei Coldplay ha deciso di sostenere l’organizzazione non governativa Moas (Migrant offshore aid station) che, dal 2014, si occupa di trovare e salvare i migranti e i profughi che ogni giorno rischiano la vita cercando di attraversare i mari di tutto il mondo. Per farlo, il leader dei Coldplay, Chris Martin, ha registrato una nuova versione “a cappella” della canzone Don’t panic presente originariamente nell’album Parachutes (2000).

“Ogni anno Moas salva migliaia di persone che rischiano di morire in mare mentre alla ricerca di una vita migliore. Ma per una casualità geografica, queste persone saremmo potuti essere noi e noi saremmo potuti essere loro. Per questo, siamo orgogliosi di sostenere il lavoro volto a salvare vite umane di Moas”, ha dichiarato Martin. La sua voce accompagna un video dal titolo Rescue humanity girato dall’artista Adam Broomberg durante il periodo in cui ha affiancato i volontari di Moas durante le loro operazioni di salvataggio in alto mare.

Ad oggi, l’ong con sede a Malta Moas ha salvato la vita a 33mila persone nel mar Mediterraneo e nel golfo del Bengala. Per il 2017 è in partenza una nuova missione. L’obiettivo finale è chiedere la creazione di rotte internazionali legalmente riconosciute per tutte queste persone alla ricerca di terre più sicure.

Articoli correlati