Rimedi naturali

Olio di neem: proprietà e usi per pelle e capelli

Utilizzato a livello cosmetico in Africa e in Asia sin da tempi antichi, l’olio di neem è un’efficace soluzione per rigenerare e nutrire la cute.

La pianta da cui deriva l’olio di neem è l’Azadirachta Indica, che cresce nelle zone tropicali ed è capace di resistere alla siccità, tanto che può raggiungere i 200-300 anni di vita. Le sue proprietà benefiche per la pelle sono riconosciute da secoli. Antichi testi orientali la indicano come un rimedio a vari disturbi. Dai semi dell’Azadirachta Indica si estrae – secondo un procedimento a pressatura a freddo – l’olio di neem; questo nome deriva dalla tradizione induista. In India quest’albero è ritenuto sacro, in quanto manifestazione della divinità Neemari; alcune tribù del Rajasthan venerano la pianta col nome di “Neem Narayan”. Questo alone di sacralità nasce dalle incredibili proprietà dell’olio vegetale che se ne ricava e che è stato scoperto negli ultimi decenni anche dall’Occidente, tanto che le Nazioni Unite hanno dichiarato l’Azadirachta Indica “albero del XXI secolo”.

foto http://qudrahealing.com/

Gli usi dell’olio di neem

L’olio di neem contiene acido oleico, che esercita un’azione antiossidante, e principi attivi che lo rendono un potente alleato per il benessere della pelle. È un olio estremamente amaro ed è rigorosamente utilizzato solo per applicazioni esterne. Grazie alle sue proprietà antibatteriche, antisettiche e antinfiammatorie rientra nella composizione di numerosi cosmetici naturali. L’olio di neem viene impiegato, per esempio, nei dentifrici, in quanto aiuta a contrastare l’alitosi e riduce l’infiammazione gengivale. È possibile anche autoprodurre un dentifricio ad azione antibatterica e lenitiva utilizzando argilla verde (3 cucchiaini), bicarbonato (1 cucchiaio abbondante) e olio di neem (2-3 gocce): si amalgamo gli ingredienti e la pasta ottenuta può essere conservata in un barattolo, precedentemente sterilizzato, per due o tre settimane in frigorifero. Per le sue proprietà rigeneranti e ristrutturanti l’olio di neem è utilizzato anche come ingrediente essenziale nella preparazione di saponi naturali, in quanto agisce contro le impurità della pelle, permettendo al contempo una pulizia profonda e delicata.

olio di neem
L’olio di neem è usato anche nei saponi naturali

I benefici l’olio di neem

Il modo più semplice per giovare delle proprietà dell’olio di neem è utilizzarlo puro, applicandolo direttamente sulla pelle. Risulta ideale per massaggi mirati contro le smagliature, in quanto contiene vitamina E e acidi grassi essenziali efficaci per rigenerare l’epidermide. Per il suo potere idratante, aggiunto a dell’olio di oliva o di jojoba, è anche un buon trattamento in caso di pelle secca. È poi una valida soluzione per attenuare problemi di acne: per aumentarne l’efficacia, si aggiungono alcune gocce di olio di neem a dell’argilla (verde o bianca) e si applica la pasta così ottenuta direttamente sui punti del viso più problematici. Per la sua versatilità, l’olio di neem può anche essere impiegato per trattamenti antiforfora: se ne aggiungono alcune gocce al normale shampoo; oppure può essere applicato direttamente sul cuoio capelluto per un massaggio prima del lavaggio dei capelli.

olio di neem
L’olio di neem ha ottimi benefici anche per i capelli

Quando lo si vuole acquistare come olio puro o come componente di saponi, creme o dentifrici, è importante leggere con attenzione l’etichetta del prodotto e valutare se tutti gli ingredienti, non solo il neem, siano davvero di origine naturale. L’olio di neem si acquista in farmacia; per la scelta di quello più naturale è altresì consigliato rivolgersi a un naturopata o a un esperto in aromaterapia. Durante la gravidanza e anche nel periodo pre-concepimento è bene non utilizzarlo.

 

Foto in evidenza © http://www.pittaayurveda.com
Articoli correlati