Palestre, campi da calcio e da tennis da pneumatici riciclati

È la seconda vita degli pneumatici, non più rifiuti ma materia prima da riutilizzare. Il riciclo in Italia oggi tocca il 50 per cento.

C’è un profondo cambiamento che sta investendo tutto il settore dei Pfu (Pneumatici fuori uso). Aumenta infatti la percentuale di materia avviata al riciclo, aumenta la richiesta di gomma riciclata e di conseguenza gli investimenti in centri di lavorazione. Il che si traduce in una crescita di tutta la filiera del riciclo degli pneumatici fuori uso.

 

pneumatici
Pavimentazioni in gomma riciclata. Una delle applicazione dei Pfu.

 

Una tendenza che traspare dagli ultimi dati raccolti nel rapporto di sostenibilità di Ecopneus: nel 2015 sono stati raccolti oltre 241 mila tonnellate di Pfu, pari a circa 27 milioni di pezzi, che insieme alle 6,6 mila tonnellate raccolte presso siti di accumulo preesistenti e grazie al Protocollo per la Terra dei fuochi, toccano quota 246 mila tonnellate.

 

“Le aziende di frantumazione che lavorano con Ecopneus stanno effettuando investimenti per 15 milioni di euro. È un dato che dà la dimensione del dinamismo del settore e della fiducia che gli imprenditori italiani ripongono nella green economy”, ha dichiarato Giovanni Corbetta, direttore generale di Ecopneus. “La qualità del materiale si affina sempre più e migliorano le valenze applicative. La circular economy produce risultati concreti”.

 

pneumatici
Nel 2015 sono stati raccolti oltre 241 mila tonnellate di Pfu.

I pneumatici riciclati tornano nel ciclo come gomma riciclata

Accade così che a Pollica, in provincia di Salerno, siano stati da poco inaugurati due nuovi campi sportivi in gomma riciclata (materiale corrispondente in peso a 18 mila pneumatici). Solo in Campania, nel 2015, sono state raccolte dalla filiera Ecopneus più di 22 mila tonnellate di pneumatici, di cui 9.812 tonnellate nella provincia di Napoli, 6.385 tonnellate nel Salernitano, 3.387 tonnellate a Caserta, 1.842 ad Avellino e 1.461 a Benevento.

 

O come a Bari dove Ecopneus ha realizzato la nuova pavimentazione della palestra dell’Istituto Comprensivo Statale “Perotti-Ruffo” di Cassano delle Murge (Ba). Un progetto per mostrare ai ragazzi quali sono le implicazioni di una raccolta corretta e legale di rifiuti altrimenti pericolosi, se non smaltiti correttamente. “Solo la scelta quotidiana di ciascuno contro l’illegalità potrà contrastare e eliminare definitivamente i flussi di abbandono illegale che ancora persistono in tutta Italia”, ha sottolineato il presidente.

 

Positivo anche il commento di Edo Ronchi, presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile: “Questi risultati testimoniano la crescita di un settore strategico per un’economia circolare a bassissime emissioni di carbonio. L’Italia è una best practice europea, con una importante filiera della green economy e rilevanti ricadute economiche e occupazionali: ora deve innovarsi per affrontare le prossime sfide”.

Articoli correlati