Proponiamo iniziative di rigenerazione urbana per le periferie di Milano

Il Comune di Milano lancia un Bando per le periferie. 540 mila euro, 5 ambiti di intervento, 1 mese per proporre iniziative di rigenerazione urbana. Fino al 5 giugno.

La rigenerazione urbana non si realizza solo riqualificando edifici, piazze, strade, ma anche rendendo i quartieri cosiddetti periferici luoghi più vitali, solidali, aperti alle diversità e alle contaminazioni reciproche di culture, stili ed opportunità sociali.

Per fare in modo che gli interventi dell’Amministrazione di Milano siano davvero efficaci è necessario inserirli nel quadro di processi di attivazione economica, sociale e culturale delle energie della città, lavorando anche sulla qualità dei suoi spazi.

Una sfida. Rendere i quartieri milanesi più belli, più felici, più vivi, più connessi e accessibili, più aperti e solidali

Contrastando le caratteristiche che connotano le periferie, ovunque si trovino: mono funzionalità degli usi, degrado fisico degli spazi pubblici e privati, mancanza di connessioni, percezione di insicurezza, rilevanti questioni sociali legate a povertà, disoccupazione, mancata integrazione sociale, squilibri demografici, carenza di legami di comunità, abbandono scolastico.

Uno stanziamento di 540mila euro per le zone di Giambellino-Lorenteggio, Corvetto-Chiaravalle-Porto di Mare, Adriano-Padova-Rizzoli, Niguarda-Bovisa e Qt8-Gallaratese
Uno stanziamento di 540mila euro per le zone di Giambellino-Lorenteggio, Corvetto-Chiaravalle-Porto di Mare, Adriano-Padova-Rizzoli, Niguarda-Bovisa e Qt8-Gallaratese

540 mila euro a disposizione, 5 ambiti di intervento

Le risorse a disposizione per sostenere attività da associazioni di volontariato, fondazioni, associazioni di promozione sociale, associazioni sportive, associazioni culturali, in partnership con tutti coloro a cui sta a cuore il miglioramento della qualità della vita nei quartieri periferici milanesi.

Le zone in cui, secondo l’invito, bisogna “sprigionare le migliori energie della città” sono Giambellino-Lorenteggio, Adriano-Padova-Rizzoli, Corvetto-Chiaravalle-Porto di Mare, Niguarda-Bovisa, QT8-Gallaratese. Le proposte potranno riguardare attività che si svolgono in uno dei cinque ambiti (massimo contributo erogabile: 30 mila euro) o tutti e cinque gli ambiti (massimo erogabile: 90 mila euro).

Iniziative culturali, sportive, educative, formative e più in generale di animazione territoriale

Gli interventi ammissibili sono iniziative culturali, sportive, educative, formative e più in generale di animazione territoriale. Percorsi volti allo sviluppo di organizzazioni di comunità, creazione e rafforzamento di reti sociali, con particolare attenzione all’inclusione di quei gruppi sociali tradizionalmente poco inclusi nella vita pubblica, sociale ed economica della città.

I criteri di valutazione includono la coerenza con le finalità del bando, qualità e innovatività della proposta progettuale, ampiezza e diversificazione del partenariato, sostenibilità progettuale, qualità del budget, professionalità del personale coinvolto.

Tempistiche di realizzazione, cofinanziamento e rendicontazione

Cofinanziamento minimo richiesto: 10%. Possibilità di richiedere un anticipo dell’erogazione del contributo fino al 50% delle spese ammissibili. Le iniziative progettuali dovranno avere termine entro e non oltre il 31 dicembre 2017. Tutte le spese relative ai progetti finanziati che saranno rendicontate dovranno essere comprese tra il 1.1.2017 e il 31.12.2017

5 Giugno 2017. La data da segnare sul calendario, entro cui far pervenire le proposte alla Direzione Periferie del Comune di Milano.

Info e dettagli per partecipare qui: www.comune.milano.it/bandoalleperiferie 

Articoli correlati
Anna Gastel. Tra cultura e sostenibilità c’è un legame vitale

La cultura ci aiuta a capire che la sostenibilità è un tema cruciale. Ne abbiamo parlato alla presentazione del primo Osservatorio Milano sostenibile di LifeGate con Anna Gastel, presidente del festival MITO SettembreMusica e già presidente del Fai in Lombardia, fondazione che si occupa di tutelare e valorizzare il patrimonio storico, artistico e paesaggistico italiano.