Cellulite: quale rimedio usare

Si cerca una soluzione innovativa per sconfiggere la cellulite una volta per tutte, ma quasi sempre i tentativi sono solo inutili e costosi. Qualche rimedio.

Nessuna soluzione a un certo livello sembra possibile se non viene modificato lo stile di vita e in particolare l’alimentazione e l’attività motoria. Non bisogna assolutamente farsi incantare da messaggi che promettono facili risultati: non esiste nessuna apparecchiatura, nessun prodotto per sconfiggere la cellulite. Purtroppo sul tema è dovuto intervenire, più volte anche la magistratura e il Garante sulla pubblicità ingannevole, ribadendo proprio tale concetto! I risultati migliori (mai totali), dipendono dalla serietà del professionista e dalla voglia di cambiare, di abbattere difese. Molto utile è cercare di riattivare la vita sessuale e affettiva, perché quasi sempre la cellulite è, per la psicosomatica, un eccesso di difesa nei confronti delle emozioni sessuali. In ogni caso fare sesso riattiva la circolazione, accresce l’autostima e facilita l’eliminazione di non poche tossine. Per la naturopatia l’alimentazione è talmente importante da sottolineare che riesce a incidere sulla predisposizione, che non sarebbe un fatto ereditario, ma la conseguenza della errata nutrizione prenatale materna, che determina il numero e le dimensioni delle cellule adipose di ogni persona.

Senza ricorrere a pericolose praticare e a costosissime tecniche invasive o inutili “cremine”, ecco alcuni consigli:

Alimentazione

Gli errori alimentari sono certamente tra i fattori che favoriscono la cellulite. Sotto accusa sono tutti gli alimenti che appesantiscono il fegato e favoriscono una ritenzione idrica: i cibi ricchi di grassi animali, ma anche l’eccesso di sale e l’alcol. No quindi a insaccati, olive e sottaceti, ai fritti, al tonno e alle sardine, al cioccolato e ai famosi dadi per il brodo. E’ molto importante una dieta ricca di carboidrati complessi (riso, cereali) e povera di carboidrati raffinati(zucchero, dolci) e di grassi (burro, latticini, carni). Per favorire la diuresi e la depurazione è necessario bere almeno due litri di acqua al giorno e mangiare frutta e verdura fresca di stagione, per aiutare la limitazione della ritenzione dei liquidi. Invece di iniziare la giornata immediatamente con il classico caffè o, peggio ancora con il cappuccino (latte gonfiato con il vapore), sarebbe buona abitudine bere un bicchiere d’acqua tiepida con il succo di mezzo limone.

Forma fisica

La vita sedentaria è certamente una condizione che favorisce la cellulite. Senza andare in palestra, sarebbe sufficiente non usare più le scali mobili e gli ascensori. La corsa è molto indicata. Meglio se praticata all’aria aperta e per almeno 20 minuti per tre volte la settimana. Attenzione allo sport frenetico. L’acido lattico (la sostanza che si produce nei muscoli dopo sforzi prolungati a seguito della carenza di ossigeno) rimarrà più a lungo nei tessuti, alterando per un maggior tempo il metabolismo cellulare.

Abbigliamento

Tutto ciò che stringe e comprime troppo danneggia e rallenta la circolazione. No quindi a biancheria intima troppo stretta e a pantaloni eccessivamente aderenti. Anche i tacchi delle scarpe, se troppo alti e la pianta stretta, impedendo al piede di svolgere il suo ruolo fondamentale di spinta e pompaggio del sangue verso il cuore, favorisce i ristagni nelle gambe. Evitare che le eventuali calze riposanti siano troppo contenitive. Sembra che per prevenire l’insorgenza della cellulite i collants più indicati non debbano superare i 40 denari.

Articoli correlati