Ogm

Quando fare dolci

Il piacere di preparare dolci.

Ogm

Quando
scegli la ricetta

È il primo momento da assaporare, sia se ripassi mentalmente
le ricette in cui sei più forte, sia se sei nel lettone
sotto i piumini, e sfogli un libro di cucina. Ancora meglio se uno
di quelli rilegati, un po’ pesanti e col dorso cartonato, e
sfogliando le pagine ci si fa ingolosire da un ingrediente qua e
là, decidendo magari di mischiare due ricette. E intanto,
pregustandone la riuscita, viene fame.

Quando
scegli gli ingredienti

Poi
qualcosa non c’è mai, bisognerà ingegnarsi e pensare
creativamente a sostituirla. Iniziamo comunque a farla, questa
torta. Se c’è da comprare al volo qualcosa, si può.
Intanto si comincia. I dolci sono una di quelle preparazioni i cui
ingredienti base sono facilissimi da reperire bio, senza che
costino molto di più: farina, uova, zucchero
(preferibilmente di canna e integrale)…

Quando
impasti
Cioè, quando si uniscono polveri e
liquidi (prima gli ingredienti asciutti), poi le uova. A differenza
degli impasti per pane, pasta e pizza, a meno che non si debba
usare il mattarello è meglio lavorare in una ciotolona:
è più comodo e si sporca meno in giro. Ha un che di
atavico, impastare: è piacevole, dalla cura alchemica delle
dosi delle sostanze alla carnalità dell’uso delle mani,
delle dita.

Quando
monti a neve gli albumi

È divertente farlo. La ciotola in cui lo si fa deve essere
fredda. E LifeGate prescrive l’uso di uova da agricoltura
biologica: galline libere e sane, niente OGM. C’è un pizzico
d’incanto in come l’albume si monta a neve, come si solidifica se
si decide di farne meringhe, come è spumoso e strano,
più leggero della panna montata e un po’ delicato (se
ciò a cui lo si abbina è troppo caldo, pesante o
greve e appiccicoso, si smonta). È facile farlo anche con il
frullino a mano, con la manovellina. Se si usa quello elettrico,
accertarsi di non toglierlo mentre è ancora in funzione!

Quando
hai praticamente finito

Uno dei momenti di maggior soddisfazione è verso la fine,
quando hai versato il composto nello stampo e ne hai lasciato un
po’. Lo prendi su col cucchiaio di legno e lo lecchi.


…Quando inforni

Accorgersi di quel filino d’odore che comincia a sentirsi,
e sai che sarà un crescendo, sempre più forte, per
qualche oretta: e poi si spande in tutta casa. La ventata di calore
quando apri lo sportello del forno. E quando entri in casa e senti
profumo di torta o biscotti, le papille gustative iniziano a
fremere!

Quando
sbirci

Guardare attraverso la finestrella e vedere che lievita. In questo
i muffin danno una grande gioia!

I dolci hanno un che di molto ludico, e probabilmente verranno
meglio a chi, in sé, saprà accettare di connettere
questo aspetto al proprio essere, al proprio sentire.

Articoli correlati