Quante specie vivono in Italia

In Italia ci sono 56mila specie animali, la maggior parte vive all’interno degli habitat custoditi dai parchi nazionali.

Per la prima volta in Italia sono stati divulgati i dati
relativi alla biodiversità presente nella nostra penisola:
habitat naturali, animali, paesaggi che si possono trovare
all’interno di 23 contesti naturali studiati dalla ricerca del
ministero dell’Ambiente che fa parte della sfida 2011-2020 per la
biodiversità
.

 

Primi in Europa
L’Italia detiene il primato in Europa per quanto riguarda la
varietà con 56mila specie animali presenti sul territorio:
il 98 per cento è rappresentato da insetti e altri
invertebrati, mentre le specie di mammiferi che vivono nei parchi
sono 118. Gli uccelli sono 473. I pesci del Mediterraneo italiano
rapprentano l’1 per cento del totale con 567 specie diverse.

Per quanto riguarda le piante, le foreste più comuni sono
quelle composte da faggi con una superficie di 202.571 ettari (il
28,5 per cento) e querce con 146.748 ettari, due varietà
che, tra le altre cose, sono molto attive nella lotta al
riscaldamento globale. Al terzo posto i boschi a prevalenza di
leccio e sughera con una superficie di 75.394 ettari.

 

I parchi nazionali coprono una superficie di
710.724 ettari e hanno un ruolo fondamentale nel bloccare il
consumo di suolo che minaccia la penisola. Il 17 per cento dei
boschi originariamente presenti in Italia ha ceduto il posto al
cemento e altre superfici artificiali, ma la costituzione di vaste
aree protette ha creato un argine all’urbanizzazione.

 

La biodiversità come ricchezza
economica

Per il ministro dell’Ambiente Corrado Clini “la ricchezza del paese
non si basa solo su valori industriali ma anche sull’uso delle
risorse naturali ed energetiche”. Da qui l’esigenza di contribuire
con questi dati anche allo studio dell’Organizzazione per la
cooperazione e lo sviluppo economico
(Ocse) in corso a livello
europeo.

Articoli correlati