Cooperazione internazionale

Quanto tempo ci vuole per ricostruire Gaza

Cinque anni per riparare i danni causati in sette settimane di bombardamenti. Dopo la tregua, la Striscia di Gaza ora deve fare i conti con la ricostruzione

Ricostruire Gaza potrebbe richiedere investimenti per almeno 7,8 miliardi di dollari, circa 6 miliardi di euro. È il risultato di un rapporto pubblicato dal Palestinian economic council for research and development (Pecdar) che ha calcolato i danni di sette settimane di bombardamenti portati avanti dall’aviazione israeliana.

 

Tornare alla normalità richiederà anni. Secondo le autorità palestinesi ricostruire tutti i quartieri e le infrastrutture giudicate indispensabili per condurre una vita dignitosa, come le centrali elettriche e le strutture scolastiche, l’aeroporto e gli ospedali, richiederà cinque anni. Ma solo se Israele contribuirà rimuovendo il blocco sulla Striscia, l’embargo deciso dopo la vittoria di Hamas alle elezioni del 2006.

 

Sono mezzo milione i bambini che non possono tornare a scuola perché le strutture preposte sono state distrutte o adibite a ospitare i 106mila rifugiati degli 1,8 milioni di abitanti, secondo i dati delle Nazioni Unite.

 

“L’attacco su Gaza non ha precedenti, Gaza è stata colpita in modo catastrofico e ha bisogno di aiuto immediato”, ha affermato alla Reuters l’economista palestinese Mohammad Shtayyeh che ha curato il rapporto del Pecdar. Solo per ricostruire le 17mila abitazioni rase al suolo ci vorranno 2,5 miliardi di dollari (circa 1,9 miliardi di euro).

 

La tregua firmata il 27 agosto da Hamas e Israele dopo sette settimane di bombardamenti, ha posto fine alla terza guerra in sei anni. Il conflitto ha causato 2.142 morti tra i palestinesi, quasi tutti civili, e 70 tra gli israeliani, quasi tutti militari.

Articoli correlati