Ricola

Ricola, una strategia sostenibile a tutto tondo

Amore per il pianeta, ingredienti naturali e controllo della qualità sono solo alcuni dei segreti del successo di Ricola. Scopriamoli tutti.

Dalla Svizzera al resto del mondo con un grande obiettivo: quello della sostenibilità. È questo ciò che caratterizza la storia di Ricola, azienda familiare fondata nel 1930 a Laufen, in territorio Elvetico, che oggi conta filiali in Europa, Asia e Stati Uniti mantenendo sempre lo stesso cuore verde.

 

Le parole d’ordine per l’azienda sono amore per l’ambiente, rigoroso controllo della qualità e utilizzo di soli ingredienti naturali, in un perfetto mix di tradizione, innovazione e continuo legame col proprio territorio d’origine.

 

Primo segreto: il bio

Tutte le erbe utilizzate da Ricola coltivate in territorio alpino elvetico provengono da metodi di agricoltura biologica, senza l’apporto di fitofarmaci e con l’ausilio di lavoro principalmente manuale. Le aziende che coltivano per Ricola sono oltre un centinaio, tutte col marchio protetto “Gemma”, il riconoscimento concesso da Bio Suisse. I campi si trovano quasi tutti entro un raggio di 450 km da Laufen, per salvaguardare la qualità. Solo il 6% arriva da più lontano.

 

Secondo segreto: adottare una “strategia della sostenibilità”

Il biologico, da solo, non basta. Il concetto di sostenibilità deve, per Ricola, permeare tutti gli aspetti del processo. Ecco perché nel 2013 è stato presentato il primo rapporto sulla sostenibilità, che mostra i dati registrati durante tutto il corso dell’anno: oltre ai numeri, Ricola presenta anche i propri valori (legati alla responsabilità sociale, ambientale ed economica), basati su quattro pilastri.

 

RICOLA-2

 

  1. I dipendenti: sono oltre 400, di cui il 25 per cento lavora in azienda da oltre 20 anni, l’82 per cento si dice soddisfatto. I motivi? Compatibilità tra famiglia e carriera, il training e i percorsi di crescita in azienda.
  2. I prodotti: da oltre 30 anni Ricola promuove la coltivazione sostenibile e un controllo costante dei terreni.
  3. L’azienda stessa: Ricola ha ridotto le prorie emissioni di CO2, l’efficienza energetica è migliorata del 24 per cento, il calore di scarto della produzione viene riutilizzato.
  4. La società: la Fondazione Ricola si impegna a sostenere la ricerca sulle cause di estinzione delle colonie di api e la conseguente minaccia della disponibilità globale di cibo.

Un Green Team aziendale, costituito da sette esperti, completa questo piano della sostenibilità a tutto tondo, impegnandosi a portare sostenibilità e rispetto per il pianeta in diversi ambiti, dalla coltivazione alle risorse umane, dalla tecnologia allo sviluppo del prodotto, al packaging, alla comunicazione.

Articoli correlati
Tutto pronto per l’ottavo Festival del Film di Roma

Terminati i preparativi per l’edizione 2013 del Festival Internazionale del Film di Roma. La manifestazione, oltre all’indiscusso valore artistico, è anche ambientalista, grazie alla partenrship tra Ricola e il progetto Impatto Zero® di LifeGate verranno ridotte e compensate le emissioni di CO2 generate dall’evento.