Saturno come non l’abbiamo mai visto

La sonda Cassini, in orbita da 16 anni per osservare il sistema di Saturno, ha scattato decine di foto del pianeta con gli anelli. Uno sviluppatore croato ha deciso di unirle come in un mosaico creando un’immagine spettacolare, di una nitidezza mai vista prima.

Spesso raccontiamo e mostriamo le bellezze della Terra, la sua
biodiversità. Ma anche le meraviglie extraterrestri non sono
da meno e quando ci troviamo di fronte a immagini come quella che
stiamo per mostrarvi, non si può rimanere indifferenti.

Il 10 ottobre la sonda Cassini
– che deve il nome all’astronomo italiano Gian Domenico Cassini che
ha studiato Saturno verso la fine del Seicento – ha scattato 36
fotografie di Saturno, il pianeta noto per i suoi anelli, mentre si
trovava a circa un milione e mezzo di chilometri sopra di esso. Le
foto sono state scattate attraverso filtri rossi, verdi e blu per
cercare di avvicinarsi il più possibile al suo colore
originale.

 

Nulla di strano visto che la sonda fa questo lavoro dal 1997,
se non fosse che lo sviluppatore croato Gordan Ugarkovic ha
chiesto gli scatti alla Nasa per creare un’immagine mosaico di
Saturno dandoci la possibilità di ammirarlo come mai prima.
Ugarkovic ha
definito il suo lavoro
“carino” e “non geometricamente
accurato”, ma gli astronomi di mezzo mondo hanno ripreso la foto
finale con un tale entusiasmo che ci fa capire il livello raggiunto
da Ugarkovic: una nitidezza unica.

Articoli correlati
La valle dell’Omo, dove la vita scorre con il fiume

Le tribù della valle dell’Omo in Etiopia vivono a stretto contatto con la natura e il fiume da cui dipendono. Questo reportage esclusivo racconta come la costruzione di una diga, i cambiamenti climatici e un boom turistico stiano mettendo a dura prova la loro capacità di preservare stili di vita ancestrali.