Sostenitori del presidente Trump hanno fatto irruzione nel Congresso di Washington. Una donna è stata colpita da un proiettile. Gli aggiornamenti in diretta.

Alcuni sostenitori del presidente uscente degli Stati Uniti, Donald Trump, si sono riuniti nella giornata di mercoledì 6 gennaio, su invito dello stesso Trump, di fronte al Congresso americano e lo hanno occupato con la forza. Lo hanno fatto proprio mentre i parlamentari stavano portando avanti la procedura di certificazione dei risultati delle elezioni presidenziali vinte dal candidato democratico Joe Biden. Una donna è stata dapprima ferita da un colpo di arma da fuoco, poi è morta secondo quanto riferito dai mezzi d’informazione americani. Qui un video (non per tutti) del ferimento.

Rivolgendosi ai manifestanti, Trump aveva affermato: “Non molleremo mai, non accetteremo mai la sconfitta”. Secondo quanto riportato dalla stampa americana, la situazione è poi degenerata rapidamente. I sostenitori del presidente hanno forzato le barriere di sicurezza e alcuni di loro sono riusciti a penetrare all’interno dell’edificio. Secondo testimonianze dirette, sarebbero stati utilizzati anche gas lacrimogeni da parte delle forze dell’ordine. Il vicepresidente degli Stati Uniti, Mike Pence, è stato portato via per sicurezza. Pence è stato persino attaccato da Turmp perché non si sarebbe voluto opporre alla conferma della vittoria di Biden.

Dalle 18:00 (ora locale) è scattato un coprifuoco imposto dal sindaco di Washington.