10 cibi settembrini da non perdere

Di stagione è meglio: ecco i 10 cibi settembrini mineralizzanti e protettivi per la salute da non farsi mancare sulla tavola.

Nutrirsi con frutta e verdura di stagione è molto importante per il bene dell’ambiente e dell’organismo. Seguendo il loro naturale ciclo di vita, infatti, i vegetali presentano maggiori quantità di sostanze nutrienti e principi attivi, oltre a un gusto e un aroma più intenso. Ecco, per esempio, quali sono i cibi settembrini di cui beneficiare a tavola.

Fichi

E’ tempo di “forniti”, che maturano da agosto a settembre, e a breve sarà la volta dei “tardivi” o “cratiri” o “cimaruolo”. I fichi contengono molta acqua (oltre l’80 per cento), glucidi solubili e un fibra, 47 Kcal. per 100g. e vitamine A e C in abbondanza, potassio e fosforo. Sono mineralizzanti, energetici, ricostituenti. La scienza ne ha confermato le virtù anticancro.

fichi cibi settembrini
I finchi sono particolarmente consigliati a chi soffre di stitichezza

Uno dei cibi settembrini per eccellenza, l’uva

Il contenuto di zuccheri, fino a 150 grammi per chilo, non deve preoccupare: si tratta di glucosio e levulosio, zuccheri in una forma direttamente assimilabile e concessi, sotto controllo, anche ai diabetici. Il frutto è ricco di vitamina A e B1, contiene vitamina PP e C e molti sali minerali tra cui manganese, calcio, magnesio, potassio, ferro, sodio. Stimola il lavoro del fegato, disintossica, mineralizza e contrasta l’anemia. Mangiare l’acino con i suoi piccoli semi significa ingerire un anticolesterolo.

uva
Il resveratrolo, presente nella buccia d’uva, aiuta a combattere le infiammazioni e funge da antitumorale. ©www.mariagedenisfiori.fr

Fichi d’India

La pianta spinosa dei fichi d’India cresce bene nel Sud Italia, soprattutto in Calabria e Sicilia, non necessita di particolari cure e produce gustosi frutti utilissimi per regolarizzare le funzioni intestinali, controllare l’indice glicemico, aumentare il senso di sazietà, fornire importanti antiossidanti e combattere in modo naturale lo stress. Il gel contenuto nelle pale, cicatrizzante, anticamente veniva ingerito per curare l’ulcera e la gastrite.

fichi d'India
Gli Atzechi lo utilizzavano contro il mal di gola e le tonsilliti

Mele

Sono fonte di sostanze antiossidanti e protettive nei confronti del cancro. La pectina, contenuta soprattutto nel torso e nella buccia, abbassa il tasso di colesterolo del sangue. Gli studiosi hanno anche scoperto che mangiare una mela tutta intera funziona più che somministrare il suo principio attivo isolato. Questo perché la pectina del frutto agisce in sinergia con la vitamina C e con tutte le altre componenti del frutto, ivi compreso il profumo. Le proprietà benefiche delle mele si trovano principalmente nella buccia: scegliamole biologiche e mangiamole senza eliminarla.

mele cibi settembrini
Come dimostra il detto “una mela al giorno toglie il medico di torno”, i suoi benefici sono notevoli

Pere

Mineralizzanti e rinfrescanti, ricche di pectine anticolesterolo, le pere si consumano mature: sono più digeribili e non gonfiano lo stomaco. Contengono fibre, utili per regolarizzare l’intestino, e antiossidanti naturali. L’alto contenuto di fruttosio dona energia e senso di sazietà. Il succo di pera aiuta a far scendere la temperatura corporea, la bevanda perfetta quando si ha la febbre. La presenza di boro nel frutto aiuta a contrastare i danni da osteoporosi. Le pere sono ricche di potassio, contengono vitamina C, e fibre.

pere cibi settembrini
Contiene polifenoli, utili per proteggere dai danni dei radicali liberi

Sambuco

Le sue bacche diventano commestibili quando sono di colore viola scuro, mature, poiché i frutti rossi, ancora acerbi, contengono tossine. Composte per il 79 per cento da acqua, carboidrati, ceneri, proteine, sono dotate di potassio, calcio, sodio, fosforo, ferro, magnesio, rame, zinco e magnesio. Non mancano le vitamine del gruppo B, vitamina A e C, tannini. Le bacche di sambuco sono una miniera di sostanze benefiche tra cui flavonoidi, antociani, olocaina, acido citrico, malico, folico. Hanno proprietà diuretiche, lassative, sudorifere, antireumatiche, antinevralgiche, antinfiammatorie.

sambuco cibi settembrini
Il sambuco è tra i cibi settembrini perché proprio in questo periodo raggiunge la maturazione

Fagioli

Sono legumi nutrienti, ricchi di vitamine A, B, C, ed E, contengono potassio, ferro, calcio, zinco, fosforo e lecitina, che favorisce l’emulsione dei grassi, evitandone l’accumulo nel sangue. Tutte le varietà di fagioli contengono molta fibra. Fonte di proteine, rappresentano una valida alternativa alla carne, soprattutto in abbinamento ai cereali.

fagioli bianchi
La loro digeribilità dipende dalla frequenza con cui si consumano. Abituando l’organismo all’assunzione di fagioli, si noterà di volta in volta un miglioramento della digestione

Corniole

Da fine agosto per tutto il mese di settembre maturano le corniole, frutti di un piccolo albero che cresce spontaneamente nei boschi. Le corniole, simili a piccole ciliegie dalla forma allungata, sono molto dotate di vitamine, caroteni, pectine, tannini, mucillagini, fruttosio e acidi organici. Contengono più del doppio della vitamina C presente negli agrumi. Le corniole fresche e mature sono dolci e dissetanti; con quelle rosse ma non ancora completamente mature si prepara un’ottima marmellata.

corniole
Anche le corniole, come le pere, svolgono un’azione antipiretica contro la febbre. ©georgeweigel.net/favorite-past-garden-columns/fruits-you-can-actually-grow-at-home

Datteri

Sono fonte di ferro, vitamine, sali minerali e zuccheri naturali. Presentano una scarsa quantità di grassi e sono invece ricchi di fibre vegetali e di vitamine del gruppo B. Contengono anche vitamina C. Agiscono nell’organismo come antinfiammatori naturali e hanno la proprietà di abbassare il colesterolo. Sono energetici, ideali mangiati la mattina a colazione

datteri cibi settembrini
Utili anche in caso di raffreddore e irritazione alle vie respiratorie

Funghi

Sono privi di grassi e poco calorici, ideali per chi segue una dieta ipocalorica. Contengono fosforo, potassio, selenio, magnesio, vitamine del gruppo B e alcuni antiossidanti. Sono considerati benefici per il sistema immunitario poiché mantengono alto il livello di anticorpi nell’organismo.

funghi cibi settembrini
I funghi sono ideali per le difese immunitarie
Articoli correlati
Biologico e salute, un binomio che convince

Il biologico è definitivamente uscito dalla nicchia: gli acquisti bio sono cresciuti anche nel periodo dell’emergenza coronavirus. Un riflesso del desiderio di un mondo più sostenibile, ma anche della consapevolezza di quanto il bio sia sicuro per la salute umana e dell’ambiente.