5 mete extraeuropee proposte da Sharewood, per un inverno pieno di scoperte

Marocco, Cuba, Madagascar, India e Vietnam: ecco le destinazioni proposte da Sharewood per delle lunghe fughe durante le vacanze natalizie. Non resta che scegliere!

Il periodo tra Natale e Capodanno rappresenta anche alcuni giorni di vacanza da poter dedicare ai viaggi: per scegliere la meta giusta e godersi le feste nel miglior modo possibile, Sharewood, che con LifeGate propone tour sostenibili in tutto il mondo, presenta 5 diverse idee per avventure davvero uniche. Marocco, Cuba, Madagascar, India e Vietnam: 5 mete extraeuropee per incontrare i gusti di ogni tipo di viaggiatore. Saranno di certo delle buone vacanze in giro per le meraviglie del pianeta.

Oasi di pace e folklore tradizionale in un tour del Marocco del sud

Un viaggio di 8 giorni e 7 notti che grazie alla presenza di una guida vi darà la possibilità di conoscere a pieno la cultura marocchina e di entrare in contatto con le tradizioni e le popolazioni locali. Si parte dalla splendida Marrakech, la città che regala il divertimento e la frenesia di mercati e genti in movimento, ma anche luoghi d’arte e cultura per apprezzare la storia di questo popolo del nord Africa. Dalla catena montuosa dell’Atlante si arriva sino all’arido deserto dove visiteremo il sito di Ait Benhaddaou: una kasbah ben conservata che fa parte del Patrimonio mondiale dell’Unesco. Prima di arrivare al Sahara, si attraversano le Gole di Todra, costituite da oasi verdeggianti situate in lunghe e strette vallate abitate da popolazioni berbere. Il tour prevede anche dei trekking tra le dune di Erg Chegaga e un giro sui cammelli per ammirare il tramonto. Attraverso paesaggi tra i più affascinanti, lungo il percorso della vecchia Paris-Dakar, passando per il prosciugato lago Iriki, si arriva all’antichissima moschea di Tinmal, per poi chiudere il viaggio e tornare a Marrakech.

deserto, Marocco, LifeGate PlasticLess, mete extraeuropee
Usi e costumi del popolo marocchino nel viaggio nel deserto targato Sharewood e LifeGate © Unsplash

Il meglio dell’isola di Cuba in 10 giorni

Un’isola che ha in sé molti volti: quello della natura lussureggiante e delle spiagge caraibiche, quello politico sociale fatto di rivoluzioni e lotte, quello delle antiche tradizioni. Cuba è un paese pieno di sorprese da scoprire grazie a un tour di 10 giorni che toccherà tutti i luoghi simbolo e gli scenari che l’hanno resa una meta impedibile, quasi iconica. Si parte alla scoperta de l’Avana, dopo una piccola deviazione per visitare i luoghi dove Hernst Hemingway visse per circa vent’anni, per poi immergersi negli sconfinati paesaggi della valle de Vinales disseminata di “Mogotes”, le formazioni rocciose con le pareti verticali e la parte superiore arrotondata, uniche a Cuba. Immancabile sarà anche la tappa a Trinidad e inaspettato un tour a cavallo attraverso la Valle de los Ingenios (altro sito Patrimonio dell’Umanità Unesco). Ma Cuba è pur sempre un’isola quindi avrete tempo anche di stare beati sulle spiagge caraibiche per rilassarvi e poi intraprendere un’avventura in un camion di guerra russo a Guanayara a 800 metri di altezza per godere di sentieri, cascate e cibi tipici. E il Che, i suoi luoghi? Non mancherà la visita alla Baia dei Porci anche se forse a stupirvi saranno gli anfibi nel centro di allevamento dei coccodrilli nei pressi di Matanzas.

Cuba Sharewood, mete extraeuropee
Le tipiche abitazioni multicolori de l’Avana nel centro città, tutto da scoprire con il viaggio targato Sharewood © Unsplash

Scoprire gli animali africani nei parchi del Madagascar

Il Madagascar è un’isola nell’Oceano indiano al largo delle coste dell’Africa orientale. Una terra ancora per molti aspetti naturale e selvaggia e insieme magica, caratterizzata da un mare favoloso e una vegetazione rigogliosa e prorompente, con oltre il 90 per cento di specie endemiche: migliaia di piante e animali esistono solo qui, si sono evoluti per milioni di anni in isolamento dal resto del mondo. Un patrimonio davvero incredibile da scoprire in un tour di 10 giorni targato Sharewood. Un paese da conoscere attraverso le visite ai suoi parchi naturali: quello di Ranomafana, l’Isalo Parc, il Villaggio delle tartarughe, la Riserva Reniala, la Riserva naturale di Anja. Un’esperienza intensa e unica che vi porterà a contatto con ciò che davvero contraddistingue l’isola: la grande varietà di paesaggi e di specie animali e vegetali che la rendono, ancora oggi, un vero paradiso naturale. Non mancheranno però le tradizioni, i cibi tipici, i laboratori artigianali e il contatto con le popolazioni locali che renderanno il tour, un’immersione totale nel mondo malgascio.

baobab madagascar visita papa francesco, mete extraeuropee
Baobab del Madagascar © Graphic Node / Unsplash

Il nord dell’India: Delhi, Agra, Varanasi e molto altro

Chi non desidera vedere l’India? Una terra ricca di spiritualità, tradizioni e atmosfere così lontane dalle nostre da affascinarci e attrarci in modo profondo. Un paese immenso di cui, in questo tour di 11 giorni, visiterete la parte settentrionale: si inizia e si finisce a Delhi attraversando ed esplorando i luoghi più importanti del Rajastan e dell’Uttar Pradesh, regioni di antichi re con i loro meravigliosi palazzi. Il Taj Mahal, il Forte di Agra, la tomba di Etimad-ud-Daula, la città rosa di Jaipur sono solo alcune delle tappe dei primi giorni di un viaggio che, tra gli altri vantaggi, mette a disposizione una guida locale che in inglese potrà far comprendere ancora meglio storia e antiche usanze del popolo indiano. E per non rendere il tour monotono, ma anzi ogni giorno diverso e stimolante, sono compresi: un giro nella città vecchia di Delhi in risciò, uno in elefante ad Amer Fort Rampart, un camel safari a Pushkar e un’escursione in barca a Varanasi. Ma non è tutto: non si può lasciare l’India senza andare al fiume Gange per vedere i ghat e le pire crematorie, è una delle esperienze più straordinarie che si possano vivere in nella magica India.

Sharewood mete extraeuropee
In India per le vacanze di Natale © Sharewood

Ultima delle mete extraeuropee: tutto il Vietnam, da nord a sud in 10 giorni

Ultima meta è l’Indocina, nel sud est asiatico per un tour di tutto il paese: 10 giorni intensi, vitali adatti a chi ama l’avventura, i cambiamenti e il contatto con tradizioni e negli usi locali. Il paese infatti verrà attraversato con ogni mezzo possibile: crociere in barca, pernottamenti in treno, gite in bicicletta ed entusiasmanti trekking per permettere di godere a pieno dei mille aspetti del Vietnam che offre paesaggi molto differenti tra loro. La vita cittadina e quasi frenetica di Hanoi, i villaggi tribali di Ta Van & Lao ChaiSapa e il suo mercato, la baia di Halong e l’isola di Titov dove l’unica attività sarà fare il bagno e rilassarsi sulla spiaggia. Un viaggio però non è fatto solo di visite ai luoghi, ma anche di esperienze e incontri: per questo potrete dedicarvi alla preparazione di un pasto tipico vietnamita insieme a una famiglia locale, con cui passerete anche la notte, o provare l’antica disciplina del tai chi o un semplice ma rigenerante pediluvio terapeutico con le erbe officinali del luogo o ancora fare un tentativo di traversata in kayak. Resta solo decidere quando partire.

Articoli correlati
Algeria. Il deserto a Impatto Zero!

Dai panorami selvaggi delle montagne del Hoggar al mondo pietrificato di Tahaggart, un indescrivibile castello di guglie e torri che si elevano nel deserto

Soqotra, Yemen ma non solo

La leggenda vuole che gli abitanti di Soqotra risiedano nell’isola da tempi antichissimi. I Greci e i Romani chiamavano l’isola Dioscorides

Bolivia, una terra da scoprire

La Bolivia è un paese spesso dimenticato ma che può dare suggestioni di grande intensità ed appagare la curiosità anche dei viaggiatori più smaliziati…

Sahara… lAkakus libico

Il Sahara del sogno, dolce, infinito, in cui la voglia di immergersi è prepotente. Su queste sabbie hanno camminato gli uomini del neolitico

La Val Venosta

Formata dal Fiume Adige nel suo corso superiore, schiacciata tra il muro delle Alpi Venoste a e i massicci del Cevedale e dell’ Ortles, ecco la Val Venosta.

Val Piodella

Partiamo alla scoperta della Val Piodella, piccola e meno nota rispetto alla famosa e selvaggia Val Bodengo, dalla quale si stacca lateralmente.

Camminare nella natura

Due sono le zone di maggior interesse per camminare nella natura: l’altopiano di Finale e l’area compresa tra il Monte Caprazoppa e Borgio Verezzi

Cammino dell’Alleanza

Domenica 10 si svolge la quarta edizione del Cammino dell’Alleanza, iniziativa alla riscoperta di vecchi sentieri e percorsi panoramici del nostro Paese.