Alchemilla

Alchemilla vulgaris

In estate, quando l?umidità dell?aria è abbastanza
alta, sulle foglie dell’alchemilla si formano goccioline di rugiada
splendente. Si narra che queste ?perle d?oro magiche? venissero
raccolte dagli alchimisti per giungere alla scoperta della pietra
filosofale. Per questo motivo, dunque, la pianta era conosciuta
come l?erba degli alchimisti.

È detta anche ?pianta del parto?: pare che le donne che
volevano evitare complicazioni, bevessero ogni giorno due boccali
di decotto di alchemilla, in modo da assicurarsi un buon parto ed
un sereno allattamento.

Dove si trova
L?alchemilla è una pianta medicinale alta tra i 10 e i 40
cm, è molto adattabile e prospera spontanea pressoché
ovunque: dall?Europa, all?Africa, all?America del Nord. Si trova
nelle zone montuose e nei boschi.

Indicazioni terapeutiche
Dell?alchemilla si usano le foglie, sotto forma di decotto. Ha
proprietà costipanti, astringenti ed emostatiche. La
medicina popolare la utilizzava per i problemi ginecologici.
Effettuare gargarismi e risciacqui con l?alchemilla può
essere utile anche contro faringiti ed infiammazioni del cavo
orale.

Chiara
Boracchi

 

Articoli correlati