Acqua

Come Amburgo sta diventando la città più green d’Europa

Ciclabili, mobilità elettrica, stretta su plastica e rifiuti. Ecco come la seconda città della Germania sta diventando una smart city.

L’ultima iniziativa in ordine cronologico e che ha destato non poco interesse è stata la messa al bando delle capsule monouso del caffè e delle bottiglie di plastica all’interno dell’amministrazione pubblica. La città di Amburgo, come presumibilmente altre cittadine tedesche, seguirà infatti le direttive del Senato che impongono nuovi standard ambientali per l’amministrazione pubblica in fatto di consumi, acquisti e mobilità.

 

amburgo
Fotovoltaico ed eolico quasi in piena città. © Aufwind-Luftbilder.de

 

Gli acquisti futuri andranno fatti in base all’impatto ambientale dell’intero ciclo di vita dei prodotti, alla capacità di riciclaggio e di riparabilità, al tipo di imballaggio, all’impatto sul clima e sull’utilizzo di risorse. In pratica i 250 milioni che la città spende annualmente saranno destinati a prodotti e servizi sostenibili e più etici.

 

Una segnale importante come confermato dal senatore Jens Kerstan del partito dei Verdi: “L’amministrazione pubblica di Amburgo giocherà un ruolo chiave in Germania per quanto riguarda gli appalti e i contratti”, ha dichiarato.

 

amburgo
Il quartiere di HafenCity, oggetto di una profonda opera di riqualificazione. © Roberto Kai Hegeler

Amburgo diventa una smart city

Ma la città tedesca è finita sotto i riflettori anche per il progetto “Green Network”, ovvero una rete di piste ciclabili che collegherà l’intera città. Entro il 2034 Amburgo prevede di dire addio alle auto e impedire ai veicoli a motore di arrivare in centro. “Nel giro di 15 o 20 anni sarà possibile girare per la città esclusivamente in bici o a piedi”, ha detto lo scorso anno Angelika Fritsch, portavoce dell’amministrazione cittadina. Non solo, “offriremo alle persone la possibilità di fare escursioni, nuotare, fare sport acquatici, organizzare pic-nic o andare al ristorante, tutto con calma e guardando la natura all’interno della propria città”.

 

Ma Amburgo è anche una città di mare, e non a caso è definita la “Venezia tedesca”. L’importante porto commerciale ha un forte impatto nell’economia della città, che nel 2011 è stata eletta European Green Capital. Un progetto su tutti è stato certamente la riqualificazione urbanistica dei 155 ettari prima destinati alle attività portuali: oggi l’HafenCity è un nuovo quartiere con edifici efficienti, dotati di pannelli fotovoltaici e piccole turbine eoliche e dove si è scommesso sulla mobilità sostenibile. Ecco allora piste ciclabili, stazioni per il bike sharing e colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici. Verde pubblico, mobilità lenta, riduzione dei consumi, rinnovabili, efficienza energetica. Ecco quella che si definisce una smart city.

Articoli correlati