L’auto connessa è realtà. Come funziona e perché migliora comfort e sicurezza

L’auto connessa domani rivoluzionerà la mobilità, grazie alla guida autonoma. Ma già oggi riduce stress, aumenta la sicurezza e ci permette di gestire molte funzioni da remoto. Vediamo quali su Ford Kuga.

A bordo di un’auto ci sono due tipi di connettività. Quella legata più all’esperienza di guida grazie alla disponibilità di avanzate tecnologie di assistenza alla guida, i cosiddetti Adas, progettate per offrire maggiore sicurezza al volante, le stesse tecnologie che in qualche modo anticipano la guida autonoma, come il cruise control, i sistemi anticollisione, o quelli che mantengono l’auto nella corretta carreggiata o, utilissimi, quelli che monitorano l’angolo cieco e avvisano dell’arrivo di altri veicoli. Poi, c’è un altro genere di connettività, più legato all’utilizzo quotidiano, ai servizi di bordo, o alla gestione della parte elettrificata, all’autonomia e alla ricarica dei modelli plug-in hybrid e mild hybrid. Vediamo qualche esempio sull’ibrida Ford Kuga.

auto connessa
La nuova Ford Kuga ST Plug-in hybrid. ©Ford

Wi-fi in auto, sempre più diffuso

L’emergenza sanitaria Covid-19 e il lockdown hanno sottolineato in questi mesi quanto rimanere connessi possa fare la differenza. L’auto non fa eccezione e costruttori come Ford propongono i loro modelli più recenti, come la nuova generazione del suv Kuga, equipaggiati con un modem integrato che fornisce a chi viaggia un wi-fi hotspot con connettività disponibile fino a un massimo di dieci dispositivi. Il sistema, che si chiama FordPass Connect, da una parte aiuta chi guida nella pianificazione dei viaggi, grazie agli aggiornamenti sul traffico disponibili sul sistema di navigazione e, dall’altra, offre ai passeggeri la possibilità di usufruire di canali d’intrattenimento online durante il viaggio.

auto connessa
Il sistema Ford Pass Connect consente di avere aggiornamenti sul traffico sul sistema di navigazione e offre ai passeggeri la possibilità di usufruire di canali d’intrattenimento online durante il viaggio. ©Ford

L’auto e le app, molti i servizi disponibili

Per rimanere a bordo di Kuga, la recente suv Ford, disponibile nelle versioni ibrida, ibrida plug-in e mild hybrid, il sistema Pass Connect fornisce una serie di funzioni attraverso un’app dedicata, funzioni che semplificano l’uso dell’auto grazie all’accesso in remoto, attraverso l’uso dello smartphone, a numerose funzioni dell’auto. Vediamo le più interessanti.

  • Door lock/unlock: consente l’accesso remoto alla vettura.
  • Remote start: consente l’accensione dell’auto da remoto.
  • Vehicle locator: aiuta a ritrovare l’auto, funzione utilissima negli affollati parcheggi dei centri commerciali
  • Vehicle status: fornisce informazioni relative ai livelli di carburante, di carica della batteria, dell’olio, pressione degli pneumatici e del sistema antifurto.
  • Livello di carica: monitore lo stato della ricarica e dell’autonomia disponibile.
  • Trova stazione di ricarica: aiuta a individuare e raggiungere una colonnina; nel caso di Kuga il sistema dà accesso alle oltre 125 mila stazioni della rete di ricarica FordPass in 21 paesi, con informazioni sul tipo di presa e di tecnologia disponibili e sulle condizioni di accesso.
  • Orari di ricarica: l’app consente di preimpostare i tempi di ricarica, scegliendo le fasce orarie in base alla posizione e alle tariffe, impostando i livelli di ricarica.
  • Registro viaggi: monitora l’utilizzo della batteria e il consumo di carburante, inclusa l’energia utilizzata, quella recuperata dalla frenata rigenerativa, nonché la distanza percorsa in modalità esclusivamente elettrica e la quantità di carburante e CO2 risparmiati.
auto connessa
Il sistema Pass Connect di Kuga fornisce una serie di funzioni da remoto attraverso un’app dedicata: apertura porte, accensione, localizzazione dell’auto e livello di carica della batteria del sistema ibrido. ©Ford

Smartphone in auto, addio cavi di ricarica nell’auto connessa

Non è raro, specie viaggiando in famiglia, ritrovarsi con un groviglio di cavi, tutti connessi alle prese usb di bordo per ricaricare i propri device. Ford, su Kuga, ha risolto il problema grazie a un pad di ricarica wireless, capace di rilevare automaticamente i dispositivi compatibili e di avviarne la ricarica senza la necessità di un cavo. Come è noto, è vietato utilizzare lo smartphone mentre si guida. Così, ancora una volta la connettività in auto viene in soccorso mantenendo i dispositivi connessi al sistema di comunicazione e intrattenimento di bordo via bluetooth. La gestione di tutte le funzioni è facilitata grazie a schermi touch-screen sempre più grandi – quello di Ford Kuga, per esempio, è un display a colori da 8 pollici con funzione pinch&swipe (la stessa di molti telefonini) e compatibile con Apple CarPlay e Android Auto. Da qui è possibile controllare le funzioni audio, di navigazione e climatizzazione, con gesti semplici e intuitivi, che minimizzando le distrazioni rendono la guida più sicura.

Articoli correlati