Sharing mobility

Bonus mobilità, guida rapida su come richiedere il rimborso nel click day

Da questa mattina è possibile richiedere il bonus mobilità per l’aquisto di biciclette e monopattini: ecco tutto quello che serve per ottenerlo.

Via al click day per richiedere il bonus mobilità, il rimborso sull’acquisto di bici tradizionali o a pedalata assistita e monopattini previsto dal cosiddetto decreto Rilancio, adottato dal Consiglio dei ministri il 4 maggio scorso e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 19 maggio.

A partire da questa mattina (il sito è andato online pochi minuti dopo le 9) è possibile prenotarsi, attraverso il portale dedicato www.buonomobilita.it, per usufruire del rimborso, che è pari al 60 per cento della spesa e fino a un massimo di 500 euro. Attenzione però: come avvisa lo stesso portale, il contributo potrà essere erogato fino ad esaurimento dei fondi disponibili, è necessario dunque registrarsi il più presto possibile.

Il suggerimento vale anche per chi è intenzionato ad acquistare una  bici o un monopattino nei prossimi giorni o nelle prossime settimane: infatti chi avrà acquistato un bene o servizio di mobilità previsto dal decreto fino al giorno prima dall’attivazione dell’applicazione web riceverà il rimborso con un bonifico, chi non l’avrà ancora fatto otterrà un “buono mobilità” che consegnerà al negoziante, il quale sarà poi rimborsato dal ministero dell’Ambiente. Pertanto da oggi il cittadino paga al negoziante aderente direttamente il 40 per cento e sarà il negoziante aderente a ricevere il rimborso del 60 per cento.

Come chiedere il bonus mobilità, passo passo

  • All’apertura del sito, apparirà un grafico a torta che mostrerà quanto rimane del plafond stanziato dal governo per il bonus mobilità: il totale è di 215 milioni di euro, che potranno comunque aumentare con la prossima legge di bilancio. Se la torta è per buona parte verde, avete ottime chance di accedere al bonus anche se la coda è lunga, altrimenti fate presto;

  • la prima cosa che vi chiederà il portale è il vostro comune di residenza. Il bonus è valido solo per i capoluoghi di regione, città metropolitane (compresi dunque i comuni dell’hinterland che ne fanno parte), capoluoghi di provincia o comunque comuni con una popolazione superiore a 50mila abitanti. Se il comune da voi inserito rientra tra questi, potrete procedere;
  • Il portale vi chiederà anche se avete le credenziali SPID: in caso negativo, vi fornirà assistenza su come richiederlo (non è detto che possiate farlo già in giornata, a meno che non abbiate la carta d’identità elettronica). L’accesso all’area riservata del portale avviene esclusivamente con credenziali SPID con livello di sicurezza 2;
  • una volta accreditati nel portale, sarà necessario avere già tutto pronto con sé, perché si avranno a disposizione solo 20 minuti per terminare la procedura: chi non riuscirà a finire tutto in tempo dovrà effettuare un nuovo accesso e prenotarsi di nuovo, ricominciando da capo;
  • in caso di richiesta di rimborso di un mezzo già acquistato precedentemente, sarà necessario inserire il proprio iban, copia elettronica della fattura di acquisto in formato Pdf, Jpg o Png (dal peso massimo di 3MB) e la partita iva dell’esercente da cui è stato acquistato;
bonus-mobilita-istruzione
Già centinaia di migliaia di utenti erano in coda stamattina per il bonus mobilità © buonomobilita.it
  • il tempo di permanenza all’interno del sito è stabilita in 20 minuti a partire dall’accesso: nel caso in cui non riuscissi a completare la richiesta di contributo nel tempo stabilito, verrai indirizzato al sistema di accodamento e dovrai effettuare un nuovo accesso;
  • chi invece richiederà il bonus per un acquisto successivo, dovrà consultare sul portale la lista degli esercenti che aderiscono alla seconda fase dell’iniziativa (nella prima fase si poteva acquistare in qualunque negozio o sito online) e fare attenzione a utilizzare il bonus entro 30 giorni dalla richiesta, e comunque non oltre il 31 dicembre 2020.
Articoli correlati