L’origine delle razze di cane domestico

I cani si differenziarono dai lupi almeno 15mila anni fa, da allora è nata una delle specie animali a maggiore variabilità morfologica e comportamentale.

Le origini del cane

I cani (Canis lupus familiaris) sono discendenti dei lupi grigi e sono frutto della domesticazione e della selezione da parte dell’uomo iniziata migliaia di anni fa e che ha prodotto una grande varietà di specie diverse. Secondo recenti studi si ritiene che l’antenato degli attuali cani avrebbe avuto origine circa 15mila anni fa nelle steppe dell’Asia centrale. Tra le brulle distese della Mongolia e le aspre montagne del Nepal si celerebbero dunque le origini del cane. I dati ottenuti tramite l’analisi del dna ricavato da vecchie ossa di canidi hanno dimostrato che la differenziazione dai lupi si è verificata almeno 15mila anni fa.

Lupo grigio nella foresta
Dai lupi grigi, secondo gli scienziati, discendono tutti i cani esistenti. Nel diciannovesimo secolo Darwin suggerì come i diversi membri della famiglia dei Canidi e del genere Canis, lupi, coyote e sciacalli, potessero tutti aver giocato un ruolo nell’evoluzione dei cani domestici attuali © Matt Cardy/Getty Images

Perché uomo e lupo hanno deciso di collaborare

I ricercatori ritengono che tra 50mila e 10mila anni fa, lupi grigi ed esseri umani cacciavano prede simili. Alcuni fattori, come l’aumento della densità umana e il cambiamento climatico, provocarono però il declino di queste prede. Di conseguenza i lupi avrebbero iniziato ad avvicinarsi agli accampamenti umani in cerca di cibo. Uomini e canidi avrebbero gradualmente iniziato a collaborare, con vicendevole vantaggio, dando il via al processo di addomesticamento.

Il cane nella preistoria

Il cane è la specie domestica più antica, il lento e graduale processo di avvicinamento tra le due specie avrebbe avuto luogo in aree diverse, in Europa, in Medio Oriente e in Cina. In Siberia è stato rinvenuto il cranio fossile appartenente all’esemplare di cane domestico più antico finora ritrovato, i resti di questo antenato del cane moderno risalgono a 33mila anni fa.

Bulldog inglese
La stesura degli standard di razza risale circa alla metà dell’Ottocento, quando cominciarono anche le prime competizioni di bellezza canina © Drew Angerer/Getty Images

La nascita dei cani da compagnia

Se i primi furono cani da guardia, da guerra, da traino, da caccia e da pastore, dall’inizio dell’Ottocento nacquero i cani da compagnia o da salotto e le prime mostre canine. Furono gli inglesi i migliori nel modificare gli animali domestici, producendo razze canine a volte incredibili.

I cani da combattimento

I cani da combattimento come per esempio gli alani, per cui nutrivano una passione pari agli antichi romani, erano mandati a combattere i leoni. Alla fine dell’Ottocento i combattimenti tra cani, tori e leoni vennero sostituiti da combattimenti meno cruenti contro i topi e, l’alano o bull dog, incrociato con il grifone, divenne il bull terrier: il più straordinario combattente di topi che la storia ricordi.

Un cane tascabile

I cani da compagnia nacquero probabilmente per il capriccio di Maria Giovanna Battista di Nemours, abile cacciatrice, che domandò una razza da caccia così piccina da poterla tenere nel manicotto.

Cane da slitta
I cani più dotati, dal punto di vista fisico e/o comportamentale per i diversi lavori, furono selezionati. Sembra che i primi ad effettuare un processo selettivo sistematico furono gli antichi romani già intorno al III-IV secolo a.C © Thomas Lohnes/Getty Images

Le moderne razze canine

Oggi le razze seguono principalmente i canoni estetici del momento. Attualmente esistono circa 300/400 razze canine, si ritiene che l’esistenza della grande varietà di razze odierne sia da attribuire al fatto che i lupi siano stati addomesticati in ambienti differenti, con diverse condizioni climatiche e tramite incroci differenti. I processi di selezione, più o meno volontari, hanno creato una delle specie animali a maggiore variabilità morfologica e comportamentale. Le attuali specie di cane variano incredibilmente sia per quanto riguarda le dimensioni e l’aspetto fisico che per le attitudini e il comportamento. I cani sono usati per eseguire i compiti più disparati, come difendere le greggi, cercare persone disperse, assistere persone con handicap e trainare le slitte.

Articoli correlati