Cina, l’autobus del futuro è sopraelevato ed elettrico

Scavalca il traffico ed è mosso da motori alimentati sia a batteria sia a energia solare. Il primo autobus elettrico sopraelevato al mondo entrerà in funzione in Cina. Costa molto meno di una metropolitana e promette di ridurre drasticamente l’inquinamento.

Traffico asfissiante, inquinamento fuori controllo e servizi pubblici in affanno a causa della congestione della rete viaria: il quadro della mobilità cinese, specie nelle grandi città, è tutt’altro che roseo. Una situazione che, però, potrebbe cambiare a breve grazie all’introduzione di un innovativo mezzo di trasporto elettrico. Una soluzione smart che sfida gli ingorghi stradali… scavalcandoli!

 

TEB-001
Il prototipo dell’autobus sopraelevato elettrico Transit Elevated Bus

L’autobus rialzato scorre lungo i binari

Si chiama Transit Elevated Bus (TEB) ed è il primo autobus sopraelevato al mondo in grado di scorrere su binari. Non incide sul traffico, dal momento che lo sovrasta grazie alla struttura portante a tunnel, e al tempo stesso non è soggetto agli ingorghi o ai rallentamenti tipici della viabilità ordinaria. Una sorta di catamarano mosso da motori alimentati a batteria e dotato di un abitacolo eccezionalmente luminoso e ampio, tanto da poter trasportare sino a 300 passeggeri – ma in futuro si parla di una capienza di oltre 1.200 persone – con un livello di comfort sconosciuto ai veicoli tradizionali.

Il tetto è rivestito da pellicole fotovoltaiche

Presentato in occasione dell’esposizione tecnologica China Beijing International High-Tech Expo, il Transit Elevated Bus si affida, oltre che al consueto sistema d’alimentazione mediante celle agli ioni di litio, anche all’energia solare, dato che la superficie del tetto è rivestita con speciali pellicole fotovoltaiche che contribuiscono a massimizzare l’autonomia del veicolo. Sebbene futuristico nell’aspetto e nel funzionamento, l’autobus sopraelevato cinese è più vicino alla produzione di serie di quanto si possa pensare, dato che l’azienda ideatrice, la canadese TEB Technology, sostiene d’essere in grado di costruire i primi esemplari definitivi entro un anno e può già contare su due prototipi che a fine 2016 entreranno in servizio nella città di Qinhuangdao, nella provincia di Hebei nel nord della Cina.

60 km/h di velocità massima per l’autobus sopraelevato

Il Transit Elevated Bus è lungo 22 metri, largo 7,8 metri, alto 4,8 metri e può raggiungere una velocità massima di 60 km/h. Al momento può contare su di un’altezza minima da terra di 2,2 metri, insufficiente per “scavalcare” i mezzi pesanti, ma lo sviluppo di un modello più evoluto è alle porte. Del resto, i numeri giocano a favore del TEB: l’entrata in funzione costerà meno di un quinto di quanto si spenderebbe per la realizzazione di una classica metropolitana. Una caratteristica tutt’altro che marginale. Non a caso, Brasile, Francia, India e Indonesia hanno già manifestato un notevole interesse per il progetto.

Articoli correlati