Color grigio e color pastello

Con la scelta del colore per le facciate e gli interni delle case si ha un importante strumento per curare e migliorare la qualità della nostra vita.

Tutti abbiamo presente il grigio che domina nelle periferie
più tristi delle nostre città, e altrettanto le
casette nei borghi solari sulla riviera ligure dipinte con una
vasta gamma di colori pastello. Le facciate grigie e sbiadite delle
periferie non esprimono soltanto desolazione, ma anche una mancanza
di amore verso il luogo da parte di chi vi abita. Al contrario le
belle cittadine sul mare regalano benessere all’anima di chi vi
trascorre del tempo e indicano che l’ambiente viene amato e
curato.

Quindi prima di intraprendere la fatica di una nuova tinteggiatura
o ripristinarne una degradata, vale la pena soffermarsi
attentamente sulla scelta dei
colori
. Per l’esterno risulterà sempre come
più idoneo un pigmento che è in relazione con
l’ambiente architettonico circostante. Valgono però alcune
regole basilari: dove il cielo è spesso grigio, i colori
rosa e giallino risultano particolarmente brillanti. Le facciate in
legno creano un atmosfera di armonia nei paesaggi innevati, e i
mattoni rossi vicino al verde dei prati e degli alberi diventano
brillanti e maestosi.

Ancora più complessa risulta la scelta dei colori per gli
interni. Qui c’è da tener conto della luce naturale che
entra dalle finestre il giorno e della luce artificiale diffusa
dalle lampade nelle ore serali perché il “sapore” dei toni
di pareti, soffitti e pavimenti cambia. Anche altezza, grandezza e
forma della stanza possono essere modificate visivamente secondo la
scelta del colore. E l’umore viene stimolato diversamente per
esempio da un ambiente tinto di giallo o un ambiente tinto di
azzurro.
E infine conviene valutare bene che tipo di atmosfera desideriamo creare
nella stanza in questione: rilassante, energetica, laboriosa,
allegra,…? Un valido aiuto possono dare in genere

libri sul feng shui o sulla bioarchitettura
.

Articoli correlati