Corea del Nord e Corea del Sud terranno un summit a fine aprile. Sospesi i test nucleari

Le diplomazie di Corea del Nord e Corea del Sud terranno un summit bilaterale alla fine di aprile. Obiettivo: proseguire il processo di riavvicinamento.

Il riavvicinamento tra Corea del Nord e Corea del Sud avviato nel contesto dei Giochi Olimpici invernali non è stato un fuoco di paglia. Le diplomazie dei due paesi hanno infatti deciso di organizzare un summit bilaterale che si terrà alla fine del mese di aprile. A confermarlo è stato Chung Eui-yong, consigliere per la sicurezza nazionale del presidente sudcoreano Moon Jae-in, che nei giorni scorsi si è recato nella capitale del Nord, Pyongyang, e ha incontrato personalmente il leader Kim Jong-un.

“Kim Jong-un non esclude di rinunciare alle armi nucleari”

Il vertice si terrà nel villaggio di Panmunjom, che si trova nella zona demilitarizzata che separa le due nazioni asiatiche: sarà preceduto da una conversazione telefonica diretta tra i due capi di stato. Nel frattempo, la Corea del Nord ha promesso di sospendere ogni test nucleare e missilistico. E, secondo la diplomazia di Seul, avrebbe perfino accettato il principio di rinunciare a termine al proprio arsenale atomico, a condizione che la sua sicurezza sia garantita.

corea summit
La cena organizzata dalla Corea del Nord per accogliere la delegazione della Corea del Sud a Pyongyang © South Korean Presidential Blue House via Getty Images

Al rientro da Pyongyang, la delegazione sudcoreana si è trasferita immediatamente a Washington, per un colloquio diretto con l’amministrazione del presidente americano Donald Trump. La reazione ufficiale di quest’ultimo è stata in ogni caso prudente ma positiva: in un tweet il miliardario statunitense ha parlato di “possibili progressi nei contatti con la Corea del Nord”. Aggiungendo che “per la prima volta da parecchi anni, tutte le parti in causa stanno effettuando sforzi seri. Il mondo osserva e aspetta”.

Restano le sanzioni a carico della Corea del Nord

In attesa di verificare quali saranno i risultati del summit di aprile, Moon ha spiegato che non saranno sospese le sanzioni a carico di Kim: “È ancora troppo presto”, ha affermato il presidente sudcoreano. A ravvivare l’ottimismo ci sono però le immagini rassicuranti diffuse dalla televisione nordcoreana. La delegazione di Seul è stata infatti accolta nella capitale settentrionale dallo stesso Kim con strette di mano e volti sorridenti: si tratta della prima volta che il leader incontra un gruppo di dirigenti della Corea del Sud da quando è al potere, ovvero dal dicembre del 2011.

corea summit
La delegazione sudcoreana e il leader della Corea del Nord Kim Jong-un a colloquio © South Korean Presidential Blue House via Getty Images

Secondo l’agenzia di stampa ufficiale di Pyongyang, l’incontro “si è svolto in un’atmosfera calorosa e animata da sentimenti fraterni. Kim Jong-un ha discusso dei metodi necessari per attenuare le vive tensioni esistenti nella penisola coreana ed avviare contatti, cooperazioni e scambi tra le parti. Si è inoltre impegnato in una fase di dialogo che assumerà molteplici forme”.

Articoli correlati