Croazia, fari per isolarsi

Un modo suggestivo per visitare una terra ricca di storia e di fascino come la Croazia Soggiornando in uno dei tanti fari e vivendo la purezza del paesaggio

Angoli remoti e isole disabitate in cui alternare bagni di sole
e attività sportive come snorkeling e windsurf. Ma la sera
guai ad accendere una luce!

Un’occasione per seguire le luci di uno degli storici fari
croati, provando a vivere per un breve ma intenso periodo in un
angolo remoto o addirittura su un’isola disabitata proprio come
facevano anticamente i veri guardiani dei fari. In queste oasi di
tranquillità si possono alternare bagni di sole a immersioni
subacquee e altre attività sportive come lo snorkeling, il
windsurf e la pesca.

Ancor oggi tutti questi fari, tranne i due di Rt.Zub e Sveti Petar,
sono in funzione e quindi custoditi durante tutto l’anno da un
guardiano. L’offerta è valida da maggio a settembre.

I fari

Sveti Ivan: indicato per gli amanti della pesca e del diving.

Prisnjak: posto in prossimità del parco nazionale delle
isole Kornati.

Savudrija: per gli amanti del windsurf.

Porer: consigliato agli appassionati di pesca e snorkeling.

Rt. Zub: sulla costa rocciosa.

Sveti Petra: in prossimità delle più belle
località della riviera di Makarska.

Rifornimento
I fari sulla terraferma non hanno problemi per l’approvvigionamento
mentre coloro che si recano su un’isola dovranno provvedere prima
di trasferirsi al faro all’acquisto delle provviste necessarie; a
Sveti Ivan, Porer e Prisnjak è comunque possibile accordarsi
con il guardiano per eventuali ulteriori approvvigionamenti.

Pesca
Per la pesca serve un permesso rilasciato dalle autorità
locali o dalle associazioni locali per la pesca sportiva.

Note e consigli pratici
La sera non è consentito accendere luci forti all’interno
dell’appartamento se non dopo aver oscurato le finestre, né
tantomeno è possibile accendere fuochi all’esterno delle
abitazioni. Si tratta poi di una vacanza sconsigliata a chi ha
problemi di salute. Il faro di Porer non è indicato per
famiglie con bambini in quanto situato direttamente di fronte ad un
tratto di mare con forti correnti.

Redazione Ambiente

Articoli correlati