Cucina la salute con gusto diventa un ricettario e vince un premio

Nasce il ricettario Cucina la salute con gusto: i piatti della tradizione culinaria regionale italiana vengono rivisitati pensando anche alla salute e alla sostenibilità ambientale

Fondere tradizione gastronomica regionale, innovazione ai fornelli, attenzione per la salute e per l’ambiente è possibile: ne è la prova Cucina la salute con gusto, un progetto di formazione per giovani chef ideato da Ballarini con la collaborazione di Associazione professionale cuochi italiani (Apci), Associazione nazionale dietisti (Andid) e LifeGate, e che oggi è diventato anche un libro.

Il ricettario Cucina la salute con gusto

Il libro di ricette regionali, i cui autori sono Apci, Andid e LifeGate, ha rappresentato il momento culminante della prima edizione del piano di formazione 2015/2016. Chef e dietisti hanno lavorato insieme per modernizzare i piatti tratti dal testo storico “Le ricette regionali italiane” di Anna Gosetti Della Salda e proporre preparazioni al passo coi tempi, sane e sostenibili, senza però rinunciare al sapore “di una volta”.

Ogni ricetta è stata analizzata nei suoi aspetti nutrizionali (dall’Andid) e di impatto ambientale, grazie a LifeGate; questo ha permesso di introdurre alcune modifiche alle preparazioni storiche e allo stesso tempo di fornire, per ogni piatto, un pratico indice di sostenibilità, oltre ai principi nutrizionali e agli strumenti di cottura più adatti a una cucina gustosa, salutare e sostenibile.

Il ricettario (Edizioni Scripta) è distribuito da Ballarini presso i migliori negozi di casalinghi, ma si trova anche nelle librerie e presso i più rinomati portali di vendita online, come ibs, libreriauniversitaria, libroco, amazon, mondadoristore, lafeltrinelli, abebooks.

foto-Ricettario-Cucina-la-salute-con-gusto
Il ricettario è il risultato della prima edizione di Cucina la salute con gusto.

I premi, l’Academy e il nuovo ricettario

Nel 2016 Cucina la salute con gusto ha vinto il GrandesignEtico International Award “Per aver saputo unire le vie maestre della tradizione culinaria italiana: gusto, salute, sostenibilità, in un progetto, con la collaborazione di Apci, Andid e Lifegate, capace di tutelare i valori della tradizione più autentica e di introdurre quegli aspetti di rinnovamento qualitativo indotti dalla ricerca, dalla tecnologia e dall’aggiornamento dei gusti del pubblico”.

Nell’anno scolastico in corso, Apci ha selezionato 7 tra i migliori istituti alberghieri italiani e ha realizzato altrettante Academy. In ognuna di esse, a ciascuno studente dell’ultimo anno viene chiesto di proporre 3 piatti del territorio rivisitati in base ai valori del progetto. Alla fine dell’anno, saranno selezionate le 21 migliori proposte (3 per istituto) per la realizzazione del nuovo ricettario “Cucina la Salute con Gusto – la visione dei futuri chef”, mentre i 7 studenti migliori parteciperanno alla prossima edizione di Host, la più grande manifestazione dedicata al mondo dell’hotellerie e della ristorazione, in programma alla Fiera di Milano nell’ottobre 2017.

A ognuno di loro verrà chiesto di proporre la propria ricetta a una giuria di esperti. In palio il “Premio per la Cultura in Cucina”, che consiste in uno stage presso la prestigiosa Accademia Gualtiero Marchesi e uno stage presso CIR food, una delle più importanti imprese italiane attive nella ristorazione moderna.

Articoli correlati
Iniziamo a cucinare la salute con gusto

Gusto, salute, sostenibilità: tre parole chiave per il presente e il futuro della tradizione gastronomica italiana. Vi anticipiamo Cucina la Salute con Gusto, un nuovo progetto che declinerà le ricette popolari italiane in chiave salutistica e sostenibile.