Fuorisalone 2015. Un nuovo modo di abitare ispirato ai principi vedici

Un’antica tradizione indovedica dell’abitare e un gruppo selezionato di aziende che propongono prodotti in materiali naturali e green.

Colonne, armonie architettoniche, antichi affreschi. È tra gli spazi dell’antica Biblioteca dell’Incoronata che viU, un gruppo di architetti, designer ed esperti di comunicazione guidato da Fiammetta Parola e Ermanno Ivone, presenta un gruppo selezionato di aziende rigorosamente italiane attente all’innovazione, alla sostenibilità dei propri prodotti, alla provenienza delle materie prime. Ne nascono oggetti unici, curati, curiosi. E soprattutto prodotti di design dedicati all’abitare dall’anima green.

 

IMG_20150416_172021

 

“Il concept della mostra ripropone i principi del Vastu, antica tradizione architettonica indovedica“, spiega la curatrice, Fiammetta Parola. “Ovvero vuole portare l’essere umano al centro, per creare consapevolezza al modo in cui ci si può rapportare alla natura e all’universo”. L’abitare diventa benessere, spirituale e fisico. “Per questo abbiamo presentato piccole aziende e artigiani che utilizzano materiali naturali, lavorati grazie a processi innovativi”.

 

Elementi

Arredamenti made in Italy, in chiave sostenibile. Tavoli in alluminio riciclato, sedie in plastica riciclata, pezzi unici in legno e acciaio. La proposta è un’intera collezione dedicata alla casa completamente green.

 

La Berica Marmi

Oltre 40 anni di esperienza nella lavorazione delle pietre naturali, propone cucine, bagni, complementi e intarsi in marmo e altre pietre naturali. Un esempio? Il lavandino in onice con marmi finemente intarsiati. Fiabesco.

 

E-Legno Group

Produttori di vasche, lavelli, piatti doccia in legno. Oggetti unici, caldi. Il costruttore inoltre si impegna per ogni prodotto acuqistato, di piantumare nuovi alberi, che sarà possibile conoscere e monitorare tramite Gps.

 

Bonetto design e arredamenti

Un design che si può definire storico. La collezione ripropone gli “Ultrapiatti” in legno degli anni ’70 e ’80. Le lampade sono realizzate con la stampa 3D e biopolimeri di origine naturale.

 

Henry & Co

IMG_20150416_173056

 

L’azienda presenta la sedia Chayr, realizzata in materiale di fieno ed erba (Ekolithos), e legno massello di faggio non trattato, senza viti o colle.

 

Boglasess

Artigianato puro, custode dell’antica arte del vetro. Ma innovatore, visto che ogni pezzo proviene dal recupero delle bottiglie di vetro, grazie ad un particolare sistema realizzato dall’azienda che “taglia” le bottiglie.

 

Molo

Sedute e complementi in cartone ondulato. Capaci di realizzare forme e scenari unici.

 

Vipot

Vasi e piatti realizzati il lolla di riso, ovvero le bucce scartate durante la raffinazione del cereale. Una volta arrivati a fine ciclo, si possono conferire nella frazione organica dei rifiuti, perché biodegradabili.

 

Fogliaccio

Bici realizzata in bambù e fibra di carbonio. Leggerissima e adatta a tutti i percorsi, dalla città allo sterrato. Ogni pezzo è naturalmente unico.

Articoli correlati