Guida per un gentiluomo all’arte di vivere con eleganza

Un gentiluomo vestito di tutto punto che si muove sulla scacchiera del mondo collezionando una serie di disastri! Una divertente e moderna commedia tragicomica su sfondo newyorkese.

Non pensate di aprire questo libro e di trovare indicazioni e
precetti su come vivere alla maniera di un gentiluomo, che
attraversa con eleganza le vie del mondo. Ammaliando donne,
coltivando l’intelligenza, studiando l’oratoria. Affascinando e
conquistando tutti con savoir-faire. No, non c’è niente di
tutto ciò. Nessuna indicazione di self-help, come il titolo
invece farebbe intuire.

 

Eccolo lì, invece, il nostro gentiluomo, Arthur Camden,
uomo di mezza età, rampollo di una ricca famiglia di New
York. Quando la vita inizia a uscire dalla routine incasellata nel
paradigma “lavoro-figli-famiglia” Arthur perde l’equilibrio, ma mai
l’aplomb da gentiluomo. Non ne combina una giusta, sembra che ogni
suo movimento sia il motore di situazioni tragicomiche, tuttavia
riesce sempre a ricominciare. L’azienda di famiglia fallisce. La
moglie lo tradisce poi lo lascia per dedicarsi ad una vita
più frivola. Diventa lo zimbello degli amici, se tali si
possono definire dieci vecchi ricconi che si trovano in un club
esclusivo di pesca con la mosca, il Fly Casters, di cui il nonno di
Arthur fu uno dei fondatori. Lo stesso club che Arthur darà
alle fiamme. Mente alla polizia francese per difendere un amico
(amico?) egoista ed alcolizzato. Insomma, al nostro gentiluomo
sembra non andarne bene una. Stoicamente, prepara la sua valigia
(cosa che gli viene benissimo) e ricomincia. E proprio quando
sembra aver raggiunto il fondo, ecco un incontro che forse lo
ricondurrà alla vita. Si riprenderà?
Riconquisterà se stesso e il dominio delle situazioni?

 

Un libro d’esordio graffiante, ironico, divertente, vincitore
del premio Pen/Hemingway Award 2009 e del Whiting Writers’ Award
2010. Una commedia tragicomica, in cui il nostro gentiluomo vestito
di tutto punto si muove con eleganza, in cui nulla pare turbarlo
eccessivamente nella discesa vorticosa. Una lettura piacevolissima
e divertente.

Articoli correlati
Tiziano Terzani: lettere contro la guerra

Tiziano Terzani scriveva questo libro tra 2001 e 2002, immediatamente dopo l’attacco alle Torri Gemelle. Ricordiamo il suo lungo pellegrinaggio di pace che non smette mai di essere attuale.