Rimedi naturali

I rimedi naturali contro la cistite

La cistite è un’infiammazione molto fastidiosa legata ai primi freddi. Lasciatevela alle spalle curandovi con la medicina naturale.

La cistite per qualcuno è un appuntamento ricorrente: pantaloni a vita bassa, ventre scoperto, giacche corte, pantaloni stretti sono i suoi veri alleati. Con la cistite la vescica si irrita fino al punto di creare un danno vero e proprio alla mucosa: in pochi istanti l’urina brucerà in modo intenso, la sensazione sarà quella di doversi recare in bagno più volte per emettere, goccia a goccia, poche urine brucianti e talvolta miste a sangue. E il sesso in quei giorni è molto complicato perché la sindrome dolorosa aumenta e da un semplice dolore si può innescare una vera e propria cistite, che negli uomini rischia poi di tramutarsi in una prostatite. La prima scelta terapeutica è un antibiotico, ma se i sintomi recidivano o persistono meglio affidarsi a una cura più lunga e preventiva con una strategia tutta naturale.

aconitum
L’aconitum è uno dei rimedi omeopatici contro la cistite

Aconitum

Rimedio omeopatico da usare ai primi sintomi ogni volta che siamo vittime di un’infiammazione della mucosa scatenata da un colpo di freddo. È ottimo per la cistite ma anche per la gola arrossata quando avrete dimenticato a casa la sciarpa. I granuli devono essere ripetuti più volte al giorno e la loro efficacia è incredibile se usati proprio agli esordi del disturbo.

Chantaris (cantaride)

Questo piccolo rimedio è utile per le persone con cistite ormai conclamata, con urine emesse goccia a goccia con grande dolore e lombalgia irradiata ormai verso i reni. Anche in questo caso i granuli vanno presi più volte al giorno, 5 granuli ogni 3-4 ore in fase acuta, anche per la cistite emorragica.

Gemme di brugo

Il suo nome latino è calluna vulgaris, si tratta di un piccolo arbusto le cui gemme sono molto attive in caso di infezioni urinarie e nelle infiammazioni dell’uretra, soprattutto se sono sostenute da colibacilli (escherichia coli o enterococchi). È ottimo quando vogliamo escludere le essenze alcoliche, ad esempio per i bambini.

tisane
Le tisane di ortica, gramigna e uva orsina sono ottimi alleati contro la cistite

Acqua calda

Bisogna berne almeno due litri durante la giornata, e non basta che sia semplicemente a temperatura ambiente, bisogna proprio riscaldarla. Ottime ad esempio le tisane di Ortica, Gramigna e Uva Ursina da bere mattina e sera, o da portare in un thermos al lavoro per essere consumate durante la giornata.

D Mannosio

Si tratta di uno zucchero semplice (ma non fa ingrassare!) estratto dal legno della betulla o dal larice. L’organismo lo metabolizza in modo molto lento e dunque riesce ad arrivare inalterato alle vie urinarie. In vescica i batteri si legano molto facilmente al D Mannosio e risparmiano così le pareti interne che rivestono le vie urinarie: i batteri saranno così espulsi con le urine insieme al D Mannosio a cui si sono legati. Il D Mannosio non interferisce con altri farmaci, è un rimedio naturale sicuro, non danneggia la flora “amica” come invece fanno i comuni antibiotici. L’assunzione prevede che il D Mannosio sia ingerito in compresse (2 compresse) o in polvere pura (1 cucchiaino) lontano dai pasti e dopo aver urinato. Dunque idealmente la sera prima di dormire. Ottimo in caso di cistite postcoitale se preso entro 3-4 ore dal rapporto stesso.

Articoli correlati