Risparmio energetico

L’India lotta contro lo spreco energetico e investe nei LED

20 milioni di vecchie lampadine andranno in pensione per far posto ai LED. L’India promette efficienza e risparmio per le strade delle sue città.

20 milioni di vecchie lampadine che illuminano le strade e la case indiane in modo poco efficiente, verranno presto sostituite con altrettanti LED. Lo ha annunciato il governo indiano nella figura del ministro dell’Energia Piyush Goyal che ha rinnovato la sua promessa di migliorare il settore dell’illuminazione con il programma Domestic efficient lighting programme (Delp). Il costo stimato è di 25mila miliardi di rupie, pari a circa 335 milioni di euro. Secondo le previsioni, però, questo investimento dovrebbe far risparmiare fino a 57mila miliardi di rupie all’anno, circa 775 milioni di euro, grazie a un risparmio in termini di elettricità pari a 10,5 miliardi di chilowattora nello stesso arco di tempo.

 

modi

 

Il programma riguarderà sia le strade delle città indiane che le residenze private grazie a incentivi che faciliteranno la distribuzione delle nuove lampadine a basso consumo. Gli incentivi verranno finanziati da una società di consulenza per impianti di produzione di energia indiana, la Energy efficiency services limited la quale verrà poi rimborsata con i soldi risparmiati sulla bolletta dal ministero e dai privati. La volontà di migliorare l’efficienza energetica in India è stato un cavallo di battaglia dell’attuale primo ministro Narendra Modi e dal suo governo durante la campagna elettorale che ora stanno anche pensando a investire nella diffusione di impianti solari di piccole dimensioni, perfetti per illuminare anche villaggi più remoti.

Articoli correlati