Vaillant, una storia all’insegna della sostenibilità

Per tradizione, cultura e vocazione, quella di Vaillant Group Italia è una storia di sostenibilità le cui azioni concrete sono contenute nel report di sostenibilità.


Da quasi 150 anni, Vaillant Group è protagonista nel settore delle tecnologie per il riscaldamento e la climatizzazione attraverso la commercializzazione e la distribuzione di sistemi e soluzioni ecocompatibili ad alto risparmio energetico.

Nata nel 1874 in Germania, nel 1960 Vaillant apre la propria filiale in Italia, dando vita a Vaillant Group Italia, attivo su tutto il territorio nazionale con il brand Vaillant e, successivamente, con Hermann Saunier Duval. Essendo un gruppo tedesco, il green è da sempre presente nel Dna aziendale per cultura e tradizione, ma l’accelerazione sulle tematiche di sostenibilità che si è verificata anche in Italia negli ultimi anni ha spinto la filiale italiana, oltre ad aderire e contribuire attivamente al piano strategico di sostenibilità di gruppo, ad avviare spontaneamente una strategia di sostenibilità locale con programmi e azioni specifiche.

Vaillant
Uno dei nuovi spazi nella sede centrale di Vaillant Group Italia a Milano © Vaillant Group Italia

Il piano S.E.E.D.S. e l’impegno di Vaillant Group per la sostenibilità

“Taking care of better climate. Inside each home and the world around it”. Queste due frasi sintetizzano i valori e la filosofia che, da sempre, accompagnano Vaillant Group: “prendersi cura” non solo delle abitazioni di chi sceglie di affidarsi ai prodotti e ai sistemi commercializzati dal gruppo Vaillant per il comfort della propria casa, ma, facendolo con l’uso di tecnologie altamente efficienti e quindi in modo ecompatibile e a risparmio energetico, anche dell’ambiente.

L’impegno del gruppo alla crescita responsabile e sostenibile è formalizzato nel piano strategico denominato S.E.E.D.S. (Sustainability in environment, employees, development & solutions, society). Adottato a partire sin dal 2011 e aggiornato nel 2020, il piano stabilisce politiche basate su una visione globale della sostenibilità (verso l’ambiente, le persone e la società) e pone una serie di obiettivi specifici per il 2030, anno entro il quale, in particolare sull’ambiente, il gruppo si impegna ad abbattere del 50 per cento le emissioni di anidride carbonica e del 40 per cento l’energia consumata dagli stabilimenti, per arrivare all’utilizzo esclusivo di energia da fonti rinnovabili e a una completa decarbonizzazione nel 2050.

 

Vaillant Group Italia e il report di sostenibilità 2021

Per dare continuità agli obiettivi di gruppo contenuti nel piano S.E.E.D.S., la sede italiana ha spontaneamente intrapreso un percorso che ha consentito di sviluppare una strategia di sostenibilità locale secondo un modello sempre più strutturato. Nel corso del 2020 è stata definita una precisa roadmap che ha previsto la definizione di indicatori di performance e di un piano di sostenibilità. Le azioni concrete utili per il raggiungimento degli obiettivi e i target raggiunti sono annualmente riportate nel report di sostenibilità, redatto a partire dal 2020.

Le prime attività individuate per la strategia di sostenibilità sono state implementate a partire dal 2021 ed è anche per questo che questa seconda edizione del report acquista un’importanza fondamentale: realizzato in collaborazione con LifeGate, il documento delinea i pillar fondamentali e i principali risultati raggiunti nell’anno in termini di performance ambientali, sociali e di governance dell’azienda e, contemporaneamente, pone le basi per le azioni da proseguire e implementare nei prossimi anni.

Parola d’ordine: innovazione

Il primo grande pilastro strategico di Vaillant Group Italia è quello dell’innovazione sostenibile: missione dell’azienda è quella di essere pionieri della trasformazione del settore attraverso l’innovazione tecnologia dei propri prodotti che, a parità di performance, tengono in considerazione la salvaguardia dell’ambiente per contribuire al taglio dei consumi per il riscaldamento degli edifici.

Sul mercato italiano, il gruppo è da sempre riconosciuto come punto di riferimento dell’evoluzione green, con lo sviluppo di caldaie a basse emissioni, a condensazione, di sistemi di riscaldamento sostenibili ad energia solare e pompe di calore a bassissimo impatto ambientale. Negli ultimi anni, il gruppo sta investendo moltissimo su nuove fonti di energia, come ad esempio l’idrogeno, con l’obiettivo di portare sul mercato prodotti sempre più efficienti, sostenibili e ad emissioni zero.

Vaillant group sta investendo sulle nuove tecnologie a idrogeno per i suoi prodotti.
Gli investimenti di Vaillant Group nelle nuove fonti di energia, come l’idrogeno, ha l’obiettivo di portare sul mercato prodotti sempre più efficienti, sostenibili e ad emissioni zero © Vaillant Group

La filiale italiana si pone come protagonista e propulsore della transizione ecologica non solo attraverso l’offerta dei propri prodotti, ma anche assumendo un ruolo attivo di sensibilizzazione e informazione rispetto alle tematiche ambientali. In particolare, è stata riproposta anche nel 2021 la campagna lanciata nel 2020 per la sostituzione di caldaie obsolete con sistemi a ridotta impronta di carbonio – più green del 30 per cento. Nel 2020, la campagna era stata anche accompagnata da un’azione di piantumazione di nuovi alberi – uno per ogni caldaia sostituita – a Milano e Roma, rispettivamente nel Parco del Ticino e nel Parco dell’Aniene.

Un altro strumento con cui Vaillant Group Italia dà concretezza al proprio impegno di sensibilizzazione è il blog online The green evolution. Attivo sin dal 2019, al suo interno vengono pubblicati contenuti per promuovere un’attitudine “green”, spaziando dalle innovazioni scientifiche ai consigli per stili di vita più virtuosi. Inoltre, in occasione della giornata mondiale della Terra 2021, Vaillant Group Italia ha realizzato un’attività di comunicazione sulle principali emittenti televisive nazionali per la promozione di comportamenti responsabili.

Ma il rispetto dell’ambiente della divisione italiana si traduce anche nella riduzione dei consumi energetici della propria sede centrale di Milano, con l’acquisto di energia proveniente da fonti rinnovabili e la presenza di un impianto fotovoltaico che, nel periodo estivo di massimo rendimento, consente una riduzione dei consumi di energia elettrica fino al 50 per cento e in un anno ha permesso un risparmio di centomila tonnellate di anidride carbonica. Un occhio di riguardo, infine, anche per i propri veicoli aziendali: nel 2021 è proseguito il rinnovo della flotta con la sostituzione dei mezzi a diesel con nuovi a benzina e ibridi. Su un totale di settantatre veicoli, il 60 per cento sono ibridi, il 6 per cento totalmente elettrici mentre solo l’1 per cento è a diesel.

Il benessere delle persone, dentro e fuori l’azienda

L’altro grande pillar dell’azienda è il benessere delle persone, che siano le persone che lavorano all’interno dell’azienda o i propri clienti fino ad arrivare ai propri partner e fornitori. Per l’azienda, infatti, “clima” è inteso anche a livello di relazioni tra le persone e uno degli obiettivi principali di Vaillant Group è cooperare e interagire con tutti i propri stakeholder.

La dedizione e le competenze delle persone che lavorano nel gruppo sono il valore aggiunto dell’azienda che, per questo, si pone in costante ascolto nei confronti dei bisogni dei propri dipendenti. La promozione della cultura del feedback viene formalizzata nell’indagine sulle condizioni lavorative e sulla cultura manageriale, condotta ogni due anni dalla filiale italiana e che coinvolge tutto il personale. L’ultima survey interna, svolta proprio nel 2021, ha superato i risultati della precedente edizione (2018): la partecipazione ha raggiunto il 90 per cento, mentre l’indice di coinvolgimento si è attestato all’88 per cento, con un incremento rispetto alla precedente edizione.

Le persone al centro della strategia di sostenibilità di Vaillant
Al centro della strategia di sostenibilità di Vaillant Group Italia c’è il benessere delle persone © Morsa Images

La crescita lavorativa e personale delle e dei dipendenti è stimolata anche grazie a una piattaforma di formazione digitalizzata LMS nella quale, nel 2021, i dipendenti hanno potuto trovare più di tremila ore di formazione per lo sviluppo di competenze sia tecniche che relazionali.

Lavorare in un ambiente inclusivo e dove tutte le persone si sentano a proprio agio e valorizzate è una delle priorità dell’azienda, attivamente impegnata nella promozione della Diversity, equity & inclusion con percorsi specifici di formazione. Nel 2021, tutta la popolazione aziendale ha potuto partecipare al workshop online sugli unconscious bias con l’obiettivo di accrescere la consapevolezza dei meccanismi automatici che generano i pregiudizi sulle altre persone e culture, agevolando il lavoro di team.

Luogo stupendo di riflessione e introspezione, la biblioteca è il posto dove il tempo rallenta, dove fermarsi a immaginare e progettare. Sono elementi che non potranno che agevolare la vita lavorativa e la creatività della nostra organizzazione.

Gherardo Magri, Ad Vaillant Group Italia

L’incontro e la collaborazione sono stimolati anche con eventi dedicati alla condivisione di successi e obiettivi, i cosiddetti Meeting people, che si svolgono due volte all’anno. In occasione del meeting di dicembre 2021 si è approfondito il tema di umanesimo in azienda da cui è scaturito The human society: un progetto improntato e ispirato al cambiamento per creare valore aggiunto con azioni concrete ispirate all’etica, alla responsabilità sociale, all’ambiente, allo sviluppo attraverso modelli di lavoro innovativi e rispettosi e all’inclusione.

Facendo seguito a quest’ultimo progetto, nel 2021 Vaillant Group Italia ha iniziato gli interventi di riorganizzazione degli spazi della propria sede, basati sul concetto di human-space planning e che si concluderanno nel 2023. L’obiettivo è quello di stimolare ulteriormente il dialogo e rendere il lavoro in presenza un’occasione di dialogo produttivo, privilegiando gli aspetti relazionali e di socialità tra le persone, grazie anche all’implementazione di strumenti di welfare culturale, come la biblioteca aziendale.

Attenzione al cliente e relazione con stakeholder e comunità

La dimensione della relazione tra le persone si declina nell’attenzione verso il cliente, ma anche nella relazione sia con partner e fornitori che con le comunità locali: il percorso intrapreso da Vaillant Group Italia prevede la diffusione della cultura della sostenibilità lungo tutta la propria catena del valore.

Vaillant Group Italia seleziona e forma direttamente i propri tecnici, per questo può contare su una rete di assistenza capillare su tutto il territorio nazionale capace di aggiudicarsi il riconoscimento Numero 1 servizio nel settore sistemi di riscaldamento conferito sulla base dei risultati dello studio Campioni del servizio 2020/2021, condotto dall’Istituto tedesco di qualità e finanza. La soddisfazione dei clienti è indagata annualmente con survey specifiche rivolte ai consumatori.

Biblioteca aziendale Vaillant group Italia.
Il nuovo strumento di welfare culturale: la biblioteca aziendale nella sede centrale di Vaillant Group Italia a Milano © Vaillant Group Italia

Il gruppo adotta il proprio codice etico in ogni circostanza e, da poco, lo accompagna a un codice di condotta fornitori, presente online, presentato agli stakeholder interni e inviato a tutti i fornitori.

Infine, l’impegno sociale: Vaillant Group Italia sostiene da sempre progetti solidali e supporta le attività di volontariato a sostegno delle comunità locali. Nel 2021, è proseguita l’iniziativa di supporto, iniziata nel 2016, all’Associazione CasAutismo di Bergamo e quella alle attività dell’associazione SOS Villaggi dei bambini onlus, organizzazione impegnata nel sostegno di bambini privi di cure familiari o a rischio di perderle.

Gli impegni per un futuro sostenibile

Vaillant Group Italia considera la sostenibilità un percorso e, in quanto tale, l’impegno è quello di potenziare le azioni già in atto e implementarne di nuove con lo scopo di portare avanti i valori di responsabilità e cooperazione dell’azienda. Per il futuro, gli ambiti di azione individuati sono tre: le persone, il sostegno della cultura della sostenibilità e gli interventi a favore dell’ambiente.

La sfida futura per il benessere delle persone si focalizza sulla flessibilità, sull’equilibrio vita-lavoro favorevole e sull’offerta di un ambiente di lavoro stimolante, con l’incremento del programma di smart working,  il potenziamento della proposta formativa sulle tematiche di Diversity, equity and inclusion e la riorganizzazione degli spazi della sede di Milano che entro il 2023 consentirà di innovare il modo di lavorare.

L’azienda intende applicare i principi di sostenibilità anche nella fase di selezione di nuovi fornitori, introducendo criteri sociali e ambientali nel processo di qualifica e valutazione dei fornitori locali, portando avanti parallelamente anche il proprio obiettivo di informare e sensibilizzare i propri stakeholder. Infine, Vaillant Group Italia intende proseguire verso una riduzione dei livelli di anidride carbonica, agendo sia sulla vendita di prodotti a minor impatto ambientale per far sì che questi rappresentino entro il 2025 almeno l’80 per cento del fatturato, sia sull’efficientamento dei propri edifici e dei consumi della flotta aziendale.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Articoli correlati