Aica

Il miglior rifiuto è quello non prodotto, è il motto della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti 2017

Chiunque può fare la differenza e promuovere azioni per dare una seconda vita agli oggetti, partecipando attivamente alla Settimana europea per la riduzione dei rifiuti 2017.

Il miglior rifiuto è quello non prodotto. Questo il motto della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti (Serr), la grande campagna di comunicazione ambientale europea che dal 2009 promuove l’attuazione di “azioni” di sensibilizzazione sulla gestione dei rifiuti basate sul principio delle 3R: ridurre, riusare e riciclare.

La Serr è una realtà consolidata che vede una crescente partecipazione sia a livello europeo che nazionale da parte di qualsiasi tipologia di soggetto: cittadini, pubbliche amministrazioni, istituti scolastici, associazioni e ong. Chiunque sia interessato a partecipare può farlo, ed è molto semplice: basta pensare a un’azione che possa contribuire a ridurre i rifiuti, registrarla e realizzarla. Nel 2016 ci sono state oltre 12mila azioni registrate in Europa e 4.419 in Italia.

L’edizione 2017 e i mille volti del riuso

L’edizione 2017 della Serr si terrà dal 18 al 26 novembre e avrà come tema il riuso, un ambito sempre più esplorato e promosso. Lo slogan di quest’anno è, infatti, diamo una seconda vita agli oggetti. Questo tema può essere declinato in molti modi diversi, dalle iniziative semplici come serate tra amici dedicate al baratto, al riutilizzo di oggetti che hanno perso la loro utilità iniziale per chi li possiede (dagli utensili da cucina arrugginiti alle vecchie Vhs), alle catene che promuovono il riuso con grande capillarità come il mercatino franchising , a iniziative come “Te lo regalo se vieni a prenderlo”, fino a idee innovative come i centri commerciali del riuso in Svezia.

Per approfondire il focus tematico di quest’anno, la pagina europea della Serr offre diversi spunti, comprese attività specifiche da realizzare quali la creazione di una scatola di oggetti condivisi, o la realizzazione di laboratori di riuso. Anche il sito italiano della Serr pubblica regolarmente suggerimenti. In ogni caso, per iscrivere un’azione nell’ambito della Serr non è necessario concentrarsi solo sul riuso o riparazione: saranno accolte tutte le proposte coerenti con la riduzione dei rifiuti, come azioni di pulizia straordinaria del territorio, attività di sensibilizzazione sulla prevenzione, lotta allo spreco alimentare.

Car boot sale
L’azione del Car boot sale del comitato Macanno, vincitore della Serr 2016

Le idee vincenti del 2016

Tra le diverse proposte presentate dai partecipanti del 2016 alcune si sono distinte per l’efficacia della comunicabilità del messaggio. È il caso del comitato Macanno con l’azione “Car boot sale“, vincitore della categoria “cittadini” in Italia e finalista in Europa. L’azione è un’iniziativa partita dal basso che ha posto l’attenzione sulla seconda R: il riuso, come aspetto fondamentale di una realtà sempre più tendente alla sostenibilità (e anticipando il focus tematico dell’edizione del 2017).

Il Car boot sale si è dimostrato vincente per la sua semplicità e per il suo grande impatto. Un gruppo di cittadini ha, infatti, organizzato un un mercatino dell’usato in cui ciascuno ha riempito la propria auto degli oggetti conservati in cantina o in soffitta per scambiarli, trasformando il baule in una bancherella. L’evento non solo ha permesso di creare un momento di incontro e di scambio cittadino, ma è anche stata un’occasione per sensibilizzare sull’impatto dei nostri stili di vita sull’ambiente.

registra azione serr

Chiunque desideri partecipare alla più grande campagna europea di riduzione dei rifiuti, ha tempo fino al 4 novembre.

Articoli correlati