Raccolta differenziata

Bic estende agli Usa il programma di riciclo dei prodotti di cancelleria

Bic, in collaborazione con TerraCycle, ha lanciato un programma per offrire ai propri clienti un modo semplice e gratuito per riciclare i prodotti di cartoleria.

Nonostante il sempre maggiore utilizzo di computer, tablet, smartphone e dispostivi vari abbia causato un inevitabile declino della scrittura a mano, ancora oggi vengono venduti ogni giorno milioni di penne a sfera. Per ridurre l’impatto ambientale dei propri prodotti, Bic, l’azienda francese specializzata nella produzione di materiale di cancelleria, accendini e rasoi, tra i maggiori produttori mondiali di articoli usa e getta, ha annunciato l’intenzione di estendere agli Stati Uniti il proprio programma di riciclo, praticato da tempo e con successo in Europa.

Penna a sfera marca Bic su un tavolo
Come ulteriore incentivo, per ogni spedizione di prodotti usati raccolti e inviati a TerraCycle attraverso questo programma, sarà possibile guadagnare punti che potranno essere donati a una scuola o a un’organizzazione di beneficenza a propria scelta, la quale potrà usarli per ottenere prodotti di cancelleria © John Cooper/Flickr

Nuova vita per i prodotti usa e getta

Avviato nel 2011 nel Vecchio continente, il programma, ideato da Bic, in collaborazione con l’organizzazione internazionale di riciclaggio TerraCycle, ha finora consentito di riciclare oltre 46 milioni di articoli. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di offrire ai consumatori un modo semplice e gratuito per riciclare prodotti di cancelleria e parti di imballaggio.

Leggi anche: Da Henkel arriva una nuova soluzione per riciclare gli imballaggi flessibili

Il programma fa parte del piano di Bic per la sostenibilità, “Scrivere il futuro, insieme“, che mira a ridurre l’impatto ambientale dell’azienda agendo su diversi fronti, dai sistemi di gestione ambientale alla riduzione dei consumi energetici e idrici, dal riciclaggio dei rifiuti al taglio delle emissioni di gas serra, entro il 2025.

 

Come funziona

Il programma è rivolto a singole persone, a scuole, uffici o organizzazioni e per beneficiarne i consumatori devono iscriversi alla pagina dedicata nel portale di TerraCycle. Dopodiché devono individuare uno dei punti di raccolta tramite la mappa interattiva e spedire i propri articoli usati utilizzando un’etichetta di spedizione prepagata. Una volta raccolti, i rifiuti vengono puliti, separati a seconda del materiale di cui sono composti, e fusi in plastica dura che viene rigenerata per creare nuovi prodotti o nuovi imballaggi.

Cosa si può riciclare

È possibile inviare gratuitamente una grande varietà di prodotti, di qualsiasi marca, non solo Bic, come penne, pennarelli, matite automatiche, evidenziatori, correttori e set di vernici. Il programma raccoglie inoltre gli imballaggi in plastica morbida con cui sono confezionati alcuni articoli di cancelleria.

Articoli correlati