Asini, cavalli e lama come compagni di viaggio

È un nuovo modo di percorrere itinerari che sempre più amanti della natura intraprendono per vivere i paesaggi lentamente e naturalmente. Un po’ come tornare indietro nel tempo, quando era una necessità, ma nel pieno rispetto degli animali. Vi raccontiamo 3 possibili itinerari.

Una volta era abbastanza comune vedere in campagna sentieri percorsi da agricoltori o pastori a dorso di muli, asini o cavalli, oggi è facile invece incontrare dei turisti, amanti del trekking o comunque della natura in viaggio con questi animali.

 

Visto il buon successo di gite organizzate in compagnia degli animali, alcune associazioni e agenzie che si occupano di trekking ed escursioni hanno introdotto tra le loro proposte suggestivi itinerari resi ancor più insoliti da questi “ospiti”.

 

La prima gita che vi suggeriamo è in Valle Imagna, in provincia di Bergamo, dove l’Agriturismo e Scuderia della Valle alleva in modo sano lama e alpaca, animali dal carattere docile e socievole, abituati al contatto umano, che sono quindi compagni di viaggio perfetti, soprattutto per i bambini, per i quali vengono organizzati corsi di orientamento nei boschi e altre attività con i lama. Tutta la famiglia potrà così trascorrere un’intera giornata gustando i prodotti tipici della zona, passeggiando con dei nuovi amici e godendosi il paesaggio prealpino delle Orobie Bergamasche.

 

Nelle valli bergmasche con i lama

 

Se invece vi incuriosiscono più gli asini e volete visitare i Colli Berici in Veneto, a fine aprile potete partire per un social trekking con Walden Viaggi a piedi: sarà un viaggio alla scoperta dei colli, delle ville del Palladio, del piccolo e misterioso lago. Un viaggio leggero, tra cooperative agricole e agriturismi storici accompagnati dagli asini, per condividere la strada e fare meno fatica tutti insieme.

 

Asini sui Colli Berici

 

Per chi invece ha già qualche nozione di equitazione e vuole intraprendere un vero viaggio di più giorni a cavallo esiste Horseback.it: un progetto che nasce nel maneggio dell’azienda agricola Cà Maddalena di Fermignano, in provincia di Pesaro Urbino nelle Marche. In 4 giorni è possibile girare il Monte Nerone e buttare lo sguardo fino ai Sibillini e al Gran Sasso: un itinerario impegnativo tra torrenti e crinali che prevede anche alcuni brevi sentieri che per ragioni di sicurezza dovranno essere affrontati a piedi.

 

Percorsi brevi, adatti a tutti e altri più strutturati ma tutti contraddistinti dai ritmi degli animali che ci accompagnano convinti che viaggiare con lentezza permetta di gustare a pieno ogni scorcio.

 

Articoli correlati